28, Gennaio, 2023

Gli Sbandieratori dei Borghi e Sestieri Fiorentini rinnovano il consiglio direttivo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Elezione in videoconferenza per il consiglio direttivo: inizia il nuovo mandato guidato dal Presidente Stefano Torricelli

Eletto il nuovo consiglio direttivo alal guida degli Sbandieratori dei Borghi e Sestieri Fiorentini: sabato 20 marzo si è svolta l’assemblea, in video conferenza, dello storico gruppo figlinese. La volontà unanime degli Sbandieratori ha individuato ed eletto per acclamazione i nuovi rappresentanti che avranno il compito di condurre l’associazione nell’ancora difficile periodo in corso, con l'obiettivo di ripartire nella normale ed ormai tradizionale attività non appena la situazione globale migliorerà.

Un sentito ringraziamento  è andato ai consiglieri uscenti: Alessandro Butti, Gianni Sarri, Giovanni Alamanni e Francesco Pancrazi, i quali, con grande impegno e dedizione, hanno guidato il gruppo negli ultimi due anni. 

Iniziano il nuovo mandato il Presidente Stefano Torricelli, che prosegue nell’impegno iniziato 15 anni fa, il Direttore tecnico Alessio Piccardi, il quale ha già ricoperto questo ruolo dal 2010 al 2018, il Coordinatore Giacomo Betta, al suo terzo mandato, il Tesoriere di lungo corso (quinto mandato) Gianvittorio Bellacci, il Segretario David Checcucci da quattro anni in carica, il Guardarobiere Angelo Pasqui che già in passato ha ricoperto questo incarico, il Provveditore Gianluca Zatini riconfermato in carica, il consigliere Alessandro Mini, figura storica, che negli anni si è reso disponibile in molteplici ruoli all’interno del consiglio ed infine un consigliere alla sua prima esperienza, Marco Uvaccini.

Durante l’assemblea, oltre ai formali adempimenti di bilancio, sono intervenuti numerosi Sbandieratori che hanno evidenziato la comune volontà a guardare con fiducia verso il futuro per una ripresa della normale attività. La parola d’ordine è stata coinvolgimento, un punto chiave su cui saranno basati i nuovi progetti che prevedono il continuo coinvolgimento dei giovani guidati come sempre dagli Sbandieratori più anziani per un rinnovamento che non può prescindere da una tradizione di oltre mezzo secolo.

La situazione epidemiologica ad oggi non permette una programmazione certa tuttavia il gruppo è vivo e pieno di entusiasmo e non aspetta altro che la possibilità di sventolare di nuovo quelle bandiere apprezzate in tutto il mondo. Infine un ricordo è andato ai fondatori Padre Ermegildo Zurlo e al Prof. Dini, purtroppo deceduti, e che comunque rimangono figure di grande ispirazione per tutti gli Sbandieratori dei Borghi e Sestieri Fiorentini.    

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati