27, Settembre, 2022

Furti nei negozi in Toscana: la polizia scopre una banda specializzata

Più lette

In Vetrina

Furti messi a segno in estate nelle province di Arezzo, Siena e Lucca e a Montevarchi. Tre persone denunciate

Il loro modus operandi era semplice: si fingevano clienti interessati alla merce, si aggiravano tra gli scaffali dei centri commerciali, riuscivano a togliere le placche antitaccheggio, rubavano i prodotti e si allontavano indisturbati. I furti sono stati commessi in alcuni centri commerciali della Toscana alla fine dell’estate scorsa: ai raid del gruppo ha però messo fine la polizia del commissariato di Montevarchi che ha individuato e denunciato tre cittadini di origine peruviana dopo un furto al negozio Euronics. 

I tre sono stati trovati in possesso di una borsa schermata con foglio di alluminio, di un magnete per sbloccare le placche antitaccheggio e di 7 etichette in cartone di famosi marchi di abbigliamento ancora con il cordoncino attaccato. Grazie ai codici a barre riportati i poliziotti hanno scoperto che risultavano abbinati a capi di abbigliamento, appartenenti ad un negozio di Viareggio, non più presenti sugli scaffali e non regolarmente venduti. Nel corso delle indagini la polizia ha anche accertato che i tre peruviani si erano resi responsabili di altri furti commessi all’interno dell’Euronics nel centro commerciale “ I Gelsi” di Sinalunga.

I tre, con numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio e già sottoposti all’obbligo di permanenza presso la loro abitazione solo nelle ore notturne, sono stati adesso gravati anche dall’obbligo di dimora nel comune di residenza (in una provincia toscana), da quello quotidiano di presentazione alla polizia giudiziaria e dal divieto di ritorno nel Comune di Montevarchi per la durata di 3 anni.

 

Articoli correlati