02, Febbraio, 2023

Flaminia e Tuttocuoio sul cammino di Montevarchi e Sangiovannese

Più lette

Il Montevarchi è pronto a sfidare al “Brilli Peri” il Flaminia in uno scontro diretto, una Sangiovannese reduce da due sconfitte di Trestina intende riprendere il passo nella partita esterna di Ponte a Egola

Il Montevarchi, dopo l’ottimo pareggio ottenuto su un campo difficile come quello di  Grassina seguito alla vittoria casalinga con lo Scandicci, è pronto a sfidare al "Brilli Peri" il Flaminia, scontro diretto fra due squadre che fanno parte di un terzetto a quota dodici e che cercheranno i tre punti per lasciare la zona retrocessione, il che sarebbe importante specie dal punto di vista del morale. La attese sono tutte per una partita combattuta anche perchè il pareggio, vista anche la brevità della classifica, servirebbe ben poco a entrambe. Mister Malotti in settimana ha preparato con cura questa sfida, dal peso specifico abbastanza consistente. Per quello che riguarda le assenze, un po' una costante di questa stagione, sono fermi ai box  Biagi per squalifica, Bruschi e Mosti Falconi per infortunio.

La Sangiovannese, reduce dalle sconfitte di Trestina e in casa con il Bastia, intende riprendere il passo nella partita in casa del fanalino di coda Tuttocuoio (solo sette punti), da non sottovalutare  in quanto, con l'arrivo in panchina di Pietro Infantino al posto del dimissionario Nico Scardigli, ha conquistato una vittoria e quattro pareggi (l'ultimo  per 2-2 con la capolista Monterosi). Nelle ultime due gare, oltre che ad essere sconfitti, gli azzurri non hanno brillato dal punto di vista del gioco e dalla trasferta di Ponte a Egola è lecito aspettarsi, oltre alla prima vittoria esterna stagionale, anche una partita ben giocata in attacco e senza disattenzioni in difesa. Per questa sfida mister Calori pare intenzionato ad operare qualche cambio, pur senza stravolgimenti.

Articoli correlati