28, Settembre, 2022

Festival, cultura e musica: gli eventi di questo fine settimana nell’agenda del Weekender

Più lette

In Vetrina

Tutti gli eventi del fine settimana in Valdarno raccolti nell’agenda. Dalle serate culturali ai concerti fino alle iniziative del Perdono di San Giovanni

VENERDÌ 11 SETTEMBRE

Nuovo appuntamento con la rassegna di presentazioni di libri "Librinborgo", alle 21:30 presso la Piazza V. Emanuele di Castelfranco, presentazione del libro "I folli di Dio – La Pira, Milani, Balducci e gli anni dell'Isolotto" di Mario Lancisi. Qui le informazioni
 
 
Ritorna il "Perlamora Festival": l'evento letterario si terrà alle 21.30 al centro culturale Perlamora a Figline. Per la serata di oggi è prevista la presentazione del libro "L'ultimo sopravvissuto di Cefalonia. Dai campi nazisti ai gulag sovietici, l'incredibile storia di un eroe qualunque" dello storico Filippo Boni

Alle 21.30 in piazza Masaccio, a San Giovanni si svolgerà la seconda giornata del Perdono, è infatti il turno del concerto “Non chiamatelo poeta – parole e canzoni di Fabrizio de Andrè": Letizia Fuochi, insieme a Francesco Frank Cusumano (chitarra e mandolino) e Andrea Laschi (percussioni) faranno rivivere le più belle canzoni del cantautore genovese.

SABATO 12 SETTEMBRE

Gara podistica “Primo mountain trail runner” alle 17.30 al circuito di Bellosguardo, a Cavriglia che percorrerà anche parte dell'ex area mineraria. La gara si svolgerà in concomitanza con l'inaugurazione del percorso fitness già sede di allenamento per molti runner e ciclisti fin dalla sua realizzazione. Il percorso prevede una serie di dodici attrezzi ginnici tra cui varie sbarre e panche.
 
A Casa Masaccio, a San Giovanni si inaugura la mostra di arte contemporanea di Cinzia Ruggeri "…per non restare immobili". Opening alle 18.30 per una mostra dal carattere originale

Per la serie di appuntamenti del "Festival della Musica" a Laterina Pergine, alle 21.15 in piazza del Comune a Pergine, si esibirà il quintetto di ottoni "Rasenna Brass" con un repertorio di musica jazz e soundtrack.

L’Arena Summer Fest prosegue, e per la sua terza serata è previsto un concerto spettacolo alle 21.30, in piazza Serristori a Figline. Il concerto-spettacolo è dedicato alla storia del tango, dai classici di Gardel e De Mare al nuevo Tango di Piazzolla, Blazquez, Cosentino e gli autori della nuova generazione tanguera come Marta Pizzo. "Tangosuite" non è solo un viaggio nella storia del tango ma un vero e proprio itinerario nell’animo umano e in quelli che sono i suoi sentimenti più profondi. Qui le informazioni

Nella terza serata del Perdono di San Giovanni sarà protagonista la musica. Farà infatti tappa, in piazza Masaccio, alle 21.30, con il suo “E io ci sto – tour 2020”, la Rino Gaetano Band, la tribute band ufficiale di Rino Gaetano, creata dalla sorella del cantautore scomparso per mantenerne vivo il ricordo e le canzoni, e per continuare a regalare al pubblico le emozioni che il cantautore crotonese sapeva dare come pochi altri. Leader della band è Alessandro Gaetano, nipote di Rino.

DOMENICA 13 SETTEMBRE

Alle 8 in piazza Cavour, a San Giovanni, ritrovo per la partenza della Marzocchina la pedalata con vecchie bici e maglie di lana, che giunge quest’anno alla sua ottava edizione accompagnerà ancora una volta i partecipanti alla scoperta dei luoghi più suggestivi del Valdarno. Qui l'articolo di presentazione

Anche quest’anno a Figline e Incisa Valdarno si celebra la "Giornata degli Etruschi", per ricordare il conferimento del titolo di Granduca della Toscana a Cosimo I. L’appuntamento è fissato presso la Parrocchia di San Martino Altoreggi per una giornata a tema, dedicata a grandi e piccini e organizzata da Archeo club Valdarno Superiore con la finalità di far conoscere il popolo etrusco attraverso la sperimentazione pratica delle sue arti. Si parte dalle 9,30 tra laboratori per adulti, conferenze e laboratori didattici per bambini. Qui le informazioni

Il centro storico di San Giovanni, sarà lo scenario di "Scopri San Giovanni": il Centro Guide di Arezzo e Provincia porta anche nella città del Marzocco la felice formula di visite guidate per i centri storici delle città, già attuata in altri Comuni della Provincia. Due le visite previste, alle 9.45 e alle 14.45, della durata ciascuna di circa un’ora e quindici minuti, e del costo di 10 euro a persona (gratuito per bambini fino a 12 anni).  Dato il numero contingentato di posti per il rispetto della normativa anti-covid, è obbligatoria la prenotazione, da effettuarsi entro le 13 di sabato 12 settembre presso la Proloco di Piazza Cavour.

Anche il Museo delle Terre Nuove, in collaborazione con l’Associazione Mus.e, si rende protagonista della storia e delle tradizioni durante il Perdono di San Giovanni. Alle 12 e alle 15 è prevista una visita guidata al Museo per scoprire le origini di Castel San Giovanni e il fenomeno delle Terre Nuove medievali. Alle 10.30 e alle 16.30 il Museo delle Terre Nuove organizza il consueto appuntamento di attività per famiglie “Alla scoperta di Castel San Giovanni”, per scoprire le tracce di Castel San Giovanni e imparare a “leggere” la città.

 

Il Maggio Musicale Fiorentino arriva a Reggello per un esibizione su uno dei più grandi musicisti di tutti i tempi: "The (Van) Beethoven Game" si svolgerà in piazza Potente in onore del suo 250° anniversario e vedrà sulla scena aneddoti della vita dell'artista, relazioni, memorie, ricordi, ma soprattutto la sua musica

Andrea Scanzi arriva a Laterina con un racconto musicale dai Pink Floyd a De Andrè accompagnato dalla Bocephus King Band: "Soundtrack Ok My Life" si terrà allo stadio di Laterina alle 21 ed affronterà il pop/rock non solo come fenomeno musicale, ma anche come elemento culturale che caratterizza più generazioni.
 
Continua la rassegna di musica classica a Castelfranco Piandiscò con "Notte di Note": alle 21.15 si esibirò il duo violino e pianoforte all'abbazia San Salvatore a Soffena di Castelfranco con Alessio Benvenuti al violino e Fabia Barbini al pianoforte.
 

Le iniziative per il Perdono di San Giovanni di oggi si concludono con uno spettacolo in piazza Masaccio, alle 21.30 a cura del Museo delle Terre Nuove e dell’Associazione Mus.e, basato sul Decameron di Giovanni Boccaccio. “In tanta turbazione di cose” è infatti una rappresentazione di novelle scelte del Decameron, di e con Alberto Galligani, per riflettere sul presente, pensando al passato, attraverso il medium del teatro.

Articoli correlati