20, Maggio, 2022

Due nuovi medici di base, Mugnai e Martini: “È una buona notizia, ma restano forti criticità”

spot_img

Più lette

Dopo l’arrivo, lo scorso 10 gennaio, delle due nuove dottoresse di medicina generale per l’ambito territoriale di Figline e Incisa Valdarno, Silvia Parlapiano e Fiamma Bucciolini, vincitrici del bando regionale per le zone carenti di medicina generale, il sindaco Giulia Mugnai e l’assessore Arianna Martini intervengono precisando che la situazione dei medici di famiglia non è però ancora del tutto risolta.

“L’entrata in servizio delle due nuove dottoresse di medicina generale è una buona notizia per il nostro territorio. Insieme a loro, agli altri medici di base e alla Società della salute, siamo al lavoro per portare avanti il progetto della Casa di comunità da realizzare al presidio sociosanitario di Figline. Ma restano ancora tre posti da coprire: dopo così tanti mesi di forte stress e sovraccarico di lavoro per i medici di famiglia, è ora che la Asl dia risposte rapide ai cittadini”

“Diamo il nostro benvenuto alle dottoresse Fiamma Bucciolini e Silvia Parlapiano, con le quali abbiamo avuto il piacere di incontrarci più volte nei mesi precedenti la loro entrata in servizio per confrontarci su bisogni, aspettative e risposte attese del nostro territorio. Il loro arrivo è una buona notizia per Figline e Incisa Valdarno. I cittadini hanno sopportato troppo a lungo le carenze dell’organico dei medici di medicina generale, mentre i dottori in servizio si sono, loro malgrado e con esemplare senso di responsabilità, fatti carico di questa mancata programmazione, il tutto proprio durante il periodo della pandemia, nelle condizioni più difficili”.

“Le due professioniste si sono aggiunte a un gruppo dei medici motivato e aperto al dialogo, con il quale è in corso un confronto sulla Casa di comunità, il progetto per il quale il Comune, attraverso la Società della Salute, ha ottenuto l’ok al finanziamento da oltre 1 milione di euro con fondi del Pnrr e che consentirà di realizzare un presidio per la medicina di base 24 ore al giorno, tutti i giorni, all’interno del quale opereranno anche pediatri, specialisti, infermieri di comunità e saranno attivi altri servizi diagnostici. Già nei primi giorni di febbraio si insedierà un tavolo di lavoro al quale siederanno il Comune, la Società della Salute, i medici di base e la loro coordinatrice territoriale per sviluppare il progetto e programmare i prossimi passaggi. L’attenzione della nostra Amministrazione sul tema della salute resta alta. L’entrata in servizio delle dottoresse è una risposta concreta ai problemi del nostro territorio, ma ancora parziale”.

Giulia Mugnai ed Arianna Martini concludono: “Restano altri tre posti da coprire ed è impensabili che i nostri medici debbano lavorare con massimali che arrivano anche a 1.900 assistiti ciascuno, in deroga alla normativa. L’Asl Toscana Centro deve subito attivarsi per le sostituzioni rimaste in sospeso”.

Le due nuove dottoresse ricevono nello studio medico di piazza della Fattoria a Figline. di Tutte le istruzioni su scelta e cambio del medico di famiglia sono disponibili sul sito della Asl Toscana Centro, www.uslcentro.toscana.it.

Articoli correlati