25, Settembre, 2022

Coronavirus, in consiglio solo atti amministrativi “per favorire un clima di coesione”

Più lette

In Vetrina

A deciderlo la conferenza dei capigruppo. La discussione è stata rinviata al prossimo consiglio comunale

 

Rinviate nella seduta pomeridiana mozioni e interrogazioni che verranno discusse nel prossimo consiglio comunale. È quanto ha deciso, all’unanimità, la conferenza dei capigruppo, formata da Laura Orpelli (Partito democratico – Sì con Figline e Incisa), Umberto Ciucchi (Per Figline Incisa in comune), Filippo Neri (Italia in Comune), Lorenzo Omar Naimi (Movimento 5 stelle), Cristina Simoni (Liste civiche per Figline e Incisa Valdarno), Silvio Pittori (Lega Salvini Figline e Incisa Valdarno), insieme al Sindaco Giulia Mugnai, alla Presidente del Consiglio comunale, Silvia Fossati, e al Vice Presidente del Consiglio comunale, Costantino Ciari. L'effetto coronavirus si fa sentire anche nel Comune di Figline Incisa. Il rinvio è stato deciso "per favorire un clima di coesione e coordinamento tra tutte le forze politiche sul Coronavirus".

 

Nel consiglio comunale di oggi è stato dunque deciso di discutere solo gli atti amministrativi per evitare divisioni politiche in un periodo in cui tutti sono concentrati sulla salute dei cittadini. 

"Con un senso di responsabilità trasversale, il consiglio comunale ha ritenuto più utile unire le forze nelle attività di informazione e prevenzione del virus, evitando discussioni politiche in un momento delicato. Nella seduta è arrivato anche l’invito ad utilizzare i canali di informazione istituzionali in modo da evitare un clima di psicosi collettiva, ritenuto fuori luogo e pericoloso per la prevenzione e la corretta e serena gestione del momento. Infine un ringraziamento agli operatori sanitari e a tutti coloro che, ogni giorno, si impegnano nella gestione operativa e logistica delle situazioni connesse al Coronavirus".

 

 

Articoli correlati