19, Agosto, 2022

Controlli antidroga dei carabinieri: in manette uno spacciatore, fermato alla stazione ferroviaria

Più lette

In Vetrina

Ieri i controlli a tappeto dei Carabinieri della Compagnia di Figline su tutto il Valdarno fiorentino hanno permesso di cogliere sul fatto uno spacciatore, già pregiudicato ed irregolare. Convalidato oggi l’arresto, condannato a 9 mesi

Spacciatore in manette, ieri, a Figline: i Carabinieri della Compagnia di Figline hanno arrestato un ventenne marocchino per detenzione di droga ai fini di spaccio, nell'ambito di una serie di controlli antidroga svolti in Valdarno fiorentino e che hanno visto all'opera i militari dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione Carabinieri di Reggello, coadiuvati da personale della Compagnia di Intervento Operativo del 6° Battaglione Toscana, in un servizio coordinato a largo raggio.

A farne le spese è stato un cittadino marocchino, Khalidi Abdali, classe ’96, pregiudicato ed irregolare sul territorio nazionale, il quale è stato tratto in arresto in flagranza di reato per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. I carabinieri lo hanno sorpreso all’interno della stazione ferroviaria di Figline e lui, alla vista dei militari, ha tentato di nascondere qualcosa nelle tasche dei pantaloni, mostrandosi nervoso.

Non aveva con sé documenti identificativi, e al controllo è stato trovato in possesso di 25 grammi di hashish già suddivisi; 3 dosi di cocaina e 355 euro in banconote di vario taglio, ritenuti provento di spaccio. Portato in caserma e identificato con le impronte digitali, sono emersi i suoi numerosi precedenti penali. Arrestato, è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa del processo per direttissima celebrato nella mattinata di oggi: convalidato l'arresto con condanna a 9 mesi di reclusione e 3.000 euro di multa.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati