07, Ottobre, 2022

Contrasto Covid-19, sanificazione arredi e igienizzazione delle strade: le operazioni in corso nei Comuni

Più lette

In Vetrina

Altri Comuni del Valdarno hanno deciso di adottare questi servizi straordinari per cercare di arginare il rischio contagio da coronavirus

Proseguono le misure preventive atte a contrastare il diffondersi del coronavirus: tanti i Comuni che hanno adottato metodi più incisivi di pulizia dei propri capoluoghi, strade e frazioni, intervenendo in particolar modo sugli arredi urbani, gli edifici e le aree pubbliche.

L'igienizzazione straordinaria, per quanto riguarda il Comune di Bucine, è partita oggi, a comunicarlo è stato il sindaco Nicola Benini: "Da oggi è iniziata la sanificazione delle strade principali, sia di Bucine capoluogo, sia delle strade più importanti, sia delle frazioni, quindi da oggi fino ai prossimi giorni verranno sanificate tutte le strade più frequentate, dove ci sono uffici e punti vendita ancora aperti con le zone più transitate e dove si registra maggior presenza di persone."

"Parallelamente verrà fatta la pulizia di tutte le piazzole dove sono posti i cassonetti – prosegue Benini – mentre per la raccolta, da domani verrà messa in atto la raccolta a domicilio per i soggetti positivi al coronavirus: i rifiuti verranno raccolti nelle loro abitazioni per evitare che i rifiuti vengano mescolati con gli altri; sarà una raccolta su misura per i casi positivi. Ricordo, inoltre che l'isola ecologica del nostro Comune è stata chiusa, ma è sempre aperto il servizio di raccolta a domicilio, chi ha rifiuti ingombranti può chiamare il numero verde di Sei Toscana."

 

 

Sono partite ieri, invece, le operazioni di sanificazione a Figline Incisa, l'amministrazione comunale ha richiesto che vengano effettuate con apposite strumentazioni con soluzioni di acqua e ipoclorito di sodio, provvedendo quotidianamente alla pulizia delle superfici esterne in cui i cittadini possono entrare in contatto, come ad esempio passamano, cestini, panchine e pensiline autobus.

"Si tratta di una misura precauzionale di contrasto all'emergenza sanitaria in corso – scrive l'amministrazione di Figline Incisa – partita dai capoluoghi comunali e che proseguirà anche nei prossimi giorni, interessando le frazioni. Inoltre, l'amministrazione ha richiesto di dedicare una maggiore cura alla pulizia stradale, in modo da garantire un'ulteriore azione igienizzante. Oltre agli ambienti esterni, sono in corso anche operazioni di sanificazione degli ambienti interni degli uffici ed edifici di proprietà comunale."

"Si ricorda, inoltre, che il servizio di raccolta porta a porta prosegue regolarmente – conclude l'amministrazione – e che, durante l'emergenza sanitaria, per il multimateriale sarà possibile utilizzare sacchetti diversi da quelli consegnati, in modo da evitare spostamenti non urgenti da parte dei cittadini. Restano chiuse le stazioni ecologiche di Burchio e Stecco ma, per il ritiro di rifiuti ingombranti, resta a disposizione il servizio a domicilio."

 

 

Anche la prima cittadina di Laterina Pergine, Simona Neri, ha comunicato che i servizi d'igienizzazione straordinari inizieranno da domani: "Domani e dopodomani verranno eseguite la pulizia e sanificazione degli spazi pubblici con macchinari e personale a terra e la sanificazione dei cassonetti posti su suolo pubblico. In particolare l'amministrazione ha incaricato Sei Toscana di provvedere alla sanificazione e pulizia di: cassonetti, spazi pubblici antistanti tutti gli uffici e servizi pubblici, spazi pubblici antistanti le stazioni ferroviarie, spazi dinanzi alle farmacie del territorio comunale, spazi davanti ai centri commerciali e negozi del territorio comunali, spazi antistanti le chiese."

 

 

Il Comune di Montevarchi sta invece proseguendo la sua attività di sanificazione iniziata lunedì: una squadra si occuperà della rimozione dei rifiuti a terra mentre due mezzi lava strade puliranno le vie per la sanificazione con quattro persone a terra provviste di pompa per la disinfezione raccomandando ai cittadini: "È importante la vostra collaborazione nel tenere pulite le strade non abbandonando per nessun motivo i rifiuti fuori dai cassonetti." È chiuso, inoltre, fino al 25 marzo il centro di raccolta di Montevarchi posto a Levanella.

Infine, l'amministrazione di San Giovanni ha richiesto e concordato con l'azienda Sei Toscana un servizio straordinario di sanificazione più approfondita sulle aree pubbliche del territorio comunale, con un primo passaggio di igienizzazione dei cassonetti già effettuato martedì 17 marzo. 

 

Foto di Figline Incisa

Articoli correlati