21, Luglio, 2024

Cinque anni di apertura per il Cassero: esempio di eccellenza culturale. Per l’anniversario, si apre la mostra “Fotografarte”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Quinto anniversario dall’apertura del museo del Cassero per la scultura di Montevarchi, diventato un’eccellenza culturale non solo locale, ma a livello italiano. In occasione della ricorrenza sarà aperta la mostra “Fotografarte” a cura dell’Associazione Fotoamatori Mochi

Un museo diventato un’eccellenza culturale, non solo a livello locale, ma soprattutto al di fuori dei confini del Valdarno e della Toscana. Il museo del Cassero per la Scultura di Montevarchi festeggia in questo weekend i cinque anni dalla sua apertura. “Un compleanno importante per cinque anni di intensa attività”, ha commentato il direttore Alfonso Panzetta.
 
Sono 21.000 i visitatori registrati fino allo scorso mese di aprile: “Un bilancio importante anche per la città di Montevarchi” – ha aggiunto Panzetta – “Anche se forse non tutti i montevarchini se ne rendono conto, ma questo museo è molto conosciuto anche al di fuori della dimensione locale”. Un punto di riferimento per la scultura tra Ottocento e Novecento, per le opere presenti e per le esposizioni, alcune temporanee, ospitate al Cassero che hanno avuto rilevanza soprattutto nazionale.
 
“Non è un caso infatti che ci abbiano coinvolti in una delle mostre collegate all’Expo di Milano: ulteriori dettagli non possiamo ancora comunicarli, solo anticipare che aprirà il mese prossimo in Lombardia al Vittoriale degli Italiani di Gabriele D’Annunzio, e sarà aperta fino a ottobre”, spiega il direttore.
 
In occasione della ricorrenza, sabato pomeriggio sarà inaugurata anche la mostra “Fotografarte”, giunta alla quinta edizione, a cura dell’Associazione Fotoamatori “F. Mochi”, in particolare a coloro che hanno frequentato l’annuale corso di fotografia. “Una collaborazione prolifica tra il nostro gruppo e il Cassero che non si limita solo all’esposizione, ma anche ad altri progetti e iniziative, tra cui quelle legate alle mostre e alla realizzazione di fotografie per il catalogo”, spiega Mario Ristori.
 
Una mostra “still life”, di nature morte riferito al cibo tra le opere del museo montevarchino. Un tema su sostenere e nutrire il pianeta che si lega a Expo, alla base anche delle iniziative di Amico Museo della Regione Toscana. “Un lavoro non semplice, ma sono nati degli scatti molto belli e particolari”, hanno sottolineato Panzetta e Ristori.
 
Appuntamento sabato pomeriggio alle ore 17 con ingresso libero. Il museo e la mostra saranno aperti anche la sera dalle ore 21 alle ore 23, sempre con ingresso gratuito, in occasione della Notte dei Musei che coinvolgerà molti musei in tutta Europa.
 

Articoli correlati