28, Giugno, 2022

Canale Battagli: M5S dopo il consiglio torna sui lavori e sul posizionamento del tubo del gas metano

Più lette

In Vetrina

Il gruppo ha presentato un’interrogazione nel consiglio comunale del 18 giugno. In maniera particolare incentra ancora l’attenzione sul tubo del gas metano in una strada ad alto traffico

Non ha abbassato la guardia il Movimento 5 Stelle di San Giovanni sui lavori al Canale Battagli all'altezza di via Napoli. E soprattutto l'attenzione del gruppo, che nel consiglio comunale del 18 giugno in merito ha presentato un'interrogazione, è incentrata ancora sulla posizione di un tubo del gas metano.

I lavori riguardano la ristrutturazione della copertura e la pulizia del Canale Battagli. L'assessore David Corsi rispondendo all'interrogazione di Michela Fabbrini aveva sottolineato che "l'appalto è andato particolarmente bene anche per la qualità del lavoro”. Poi aveva spiegato: "Toscana energia è stata da tempo avvertita della necessità di abbassare la quota del tubo. I lavori nel complesso dovrebbero terminare nell'arco di un mese. Ma l'appalto non è concluso: la ditta dovrà piantare nuovi alberi e riasfaltare via Napoli e via Venezia adesso, a causa del passaggio dei camion e degli interventi, in condizioni indecorose".

Il Movimento 5 Stelle si chiede:

"Ma se davvero i lavori sono andati così bene, ci domandiamo come mai non si è provveduto subito a dare garanzie certe in merito alla sicurezza del tubo di metano situato sotto la strada di Via Napoli, tra le più trafficate della nostra città, rimandando, guarda caso, ancora per un mese la conclusione definitiva dei lavori in quel tratto benché il tubo sia già stato ricoperto e benché già a febbraio l’amministrazione comunale chiedesse di 'abbassare la quota dei tubi in questione' ".

"Nelle ulteriori parole dell’assessore Corsi troviamo con difficoltà un qualsiasi elemento che ci permetta di ritenere i lavori svolti 'un appalto che è andato particolarmente bene'. Alla Giunta sangiovannese forse sfugge che i cittadini residenti in via Napoli prima di poter dormire sonni tranquilli in queste notti afose dovranno aspettare ancora 30 giorni ovvero quando i tecnici diranno che tutto è concluso e che tutto è definitivamente in sicurezza. Il movimento 5 stelle di San Giovanni ricorda ai cittadini sangiovannesi che monitorerà i trenta giorni partiti dal 18 giugno ultimo scorso, giorno dell’ultimo consiglio comunale, con continui sopralluoghi".

 

Articoli correlati