19, Agosto, 2022

Burger King apre le porte al Valdarno. “Ristorazione veloce ma cibo espresso e italiano”

Più lette

In Vetrina

Dopo una ristrutturazione effettuata in tempi record è stato inaugurato a Terranuova, zona Poggilupi a due passi dal casello autostradale, Burger King, l’11° del gruppo Arranger Consulting. 34 i dipendenti

Ha aperto le porte al Valdarno e lo farà tutti i giorni dalle 12.00 alle 2.00 Burger King, il colosso americano della ristorazione che opera in 97 paesi con oltre 13.000 ristoranti. Il punto valdarnese è l'undicesimo del franchisee toscano Arranger Consulting di Alessandro e Francesca Lazzi, David, Nicolò e Iacopo Lisi. 1.500.000 euro di investimento per ristrutturare in tempi record, solo 43 giorni, un vecchio magazzino e un laboratorio artigianale di Poggilupi, a due passi dal casello autostradale. Punto forte: cibo cucinato all'istante e di provenienza italiana.

Il Drive Hamburger Restaurant Burger King sorge su un'area di 4.000 metri quadri: 34 i giovani dipendenti che gestiscono come crew o manager il locale. Gli interni sono di 1.280 metri quadri di questi 780 accolgono 200 posti a sedere, una sala cinema in 8D con 8 poltroncine e una playland.

Nella parte esterna, invece, è posizionato il Drive Burger King circondato su tre lati da un piazzale di circa 3.700 metri quadri capace di ospitare un centinaio di posti auto inclusi tre parcheggi per disabili e uno per le auto elettriche.

Entro l'estate 2015, infine, nella restante area di circa 1.000 metri quadri  le famiglie Lazzi e Lisi realizzeranno un vero parco giochi con adiacente un nuovo format ristorativo.

Ma il vero punto forte di Burger King, come tengono a sottolineare David e Nicolò Lisi, e Alessandro Lazzi, è il cibo. Il ristorante è per tutti gli amanti del manzo fiammato alla griglia, e soprattutto offre "ristorazione veloce ma cibo espresso, ovverosia cucinato subito, e locale".

"Cibo espresso, verdure e carne italiane – ribadisce Alessandro Lazzi – in spazi ampi e destinate alle famiglie e ai bambini". Soddisfazione anche per l'occupazione è stata poi espressa dal vicesindaco di Terranuova Mauro Di Ponte presente al taglio del nastro.

Articoli correlati