17, Luglio, 2024

Aquila: preparazione finita, parla il neo presidente Livi

Più lette

Protagonista sul mercato, convincente alle prime uscite. Ma ora si comincia a far sul serio. Il Montevarchi è pronto, sostenuto dalla carica dei propri tifosi: superata quota 300 abbonamenti. Sensazioni, speranze e obiettivi raccontate da Angelo Livi a una settimana dall’esordio ufficiale

La festa di Cortona consacrò la definitiva rinascita del calcio montevarchino. Poi un colpo in difesa, uno a centrocampo, uno in attacco e così via, un drappello di giovani promossi in prima squadra per diventari adulti, un organico ben rodato confermato quasi in blocco e nel giro di poche settimane la voglia di rivedere l’Aquila in campo era già alle stelle.

Quasi non ci credevano i nuovi arrivati, usciti dagli spogliatoi per ritrovarsi di fronte a 400 persone in un venerdì sera qualsiasi di inizio luglio, quando partire per il mare era la cosa più logica da fare. Ma l’amore non è logico e quello dei tifosi montevarchini per i colori rossoblù è un amore vero. Altrimenti come si spiega la soglia dei 300 abbonamenti superata in questi giorni, cifra impossibile per la Promozione e difficile da immaginare anche due categorie sopra? Per quale altro motivo sarebbero in centinaia seduti sugli spalti per un’amichevole d’agosto tra dilettanti?

La società, con il diesse Casucci in testa, si è mossa in fretta sul mercato aggiungendo profondità a un gruppo già solido, integrando in ogni reparto almeno una pedina di sicuro valore. Poi è toccato allo staff tecnico, anch’esso potenziato, dare un senso tattico al nuovo Montevarchi. La preparazione è stata pesante da sopportare per il fisico dei giocatori, apparsi in affanno alle loro prime uscite ma poi cresciuti via via, fino a scoprirsi in grado di giocarsela alla pari per due volte contro squadre di Serie D.

Tutto da dimenticare, c’è da ripartire da capo. Finita la preparazione estiva abbiamo parlato della stagione che verrà con il neo presidente Angelo Livi, in carica dall’inizio di luglio, un super tifoso dell’Aquila saltato al di là della scrivania più importante. Primo bilancio della nuova esperienza, sensazioni, speranze e obiettivi per il campionato che si avvicina. Nessuna promessa. Ma, come dice lui, “il Montevarchi non è una squadra che può accontentarsi di stazionare a metà classifica”.

 

Articoli correlati