16, Gennaio, 2022

Al via i lavori di Publiacqua per la posa del nuovo collettore fognario: intervento da 4 milioni e mezzo di euro

spot_img

Più lette

Il sindaco Cacioli: “Un’opera molto attesa dalla popolazione, si va a risolvere il problema delle fognature ancora a cielo aperto”. Il presidente di Publiacqua, Perra: “Interveniamo anche in ottemperanza alla procedura di infrazione Europea aperta nei confronti dell’Italia sul fronte dell’allacciamento alle reti fognarie”. I lavori entro il 2021

Partono in questi giorni i lavori di costruzione del nuovo collettore fognario che, dopo anni di attesa, collegherà finalmente l'abitato di Castelfranco alla rete fognaria: un intervento importante da parte di Publiacqua, che investe 4 milioni e mezzo di euro, per realizzare 4,5 chilometri di condotte, oltre a sollevamenti e scolmatori, che una volta terminati permetteranno di portare gli scarichi da Castelfranco fino a Faella, dove si connetteranno alla rete già esistente verso il depuratore di Figline. 

La presentazione dei lavori è avvenuta questa mattina nella Sala Consiliare del Palazzo comunale di Castelfranco, alla presenza del sindaco Enzo Cacioli e degli assessori della giunta, e del Presidente di Publiacqua Lorenzo Perra, che insieme ai tecnici dell’azienda che hanno lavorato alla progettazione ha spiegato i dettagli dell'intervento. 

"Un'opera molto attesa dalla popolazione – ha detto il sindaco Enzo Cacioli – Castelfranco infatti era rimasto ancora con gli scarichi a cielo aperto. Ora finalmente si realizza il collettore, che risponde alle richieste dei cittadini e del territorio, garantisce igiene e sicurezza delle persone e la tutela di questo meraviglioso territorio". Cacioli ha ricordato inoltre che è aperta una collaborazione con Publiacqua "anche per altre opere che come comune stiamo realizzando: penso ad esempio al cantiere per la messa in sicurezza del Rantigioni a Faella, che comporterà anche il raddoppio delle tubazioni per dividere le acque domestiche da quelle pluviali". 

 

 

"Questo intervento è di grande rilievo per la tutela e la valorizzazione del territorio comunale – ha detto Lorenzo Perra, Presidente di Publiacqua SpA – il nuovo collettore che collegherà Castelfranco a Faella e quindi, attraverso la condotta già esistente, al Depuratore di Figline, risponde a quanto imposto dalla procedura d’infrazione europea aperta nei confronti dell'Italia, perché stiamo eliminando gli scarichi dall'ambiente: qui sono ben 11. Entro l'anno completeremo i lavori, per un investimento da 4 milioni e mezzo di euro che si sommano ai 420 milioni di investimenti di Publiacqua su tutto il territorio, in questo settore, quello della depurazione appunto". 

 

 

Sono stati i tecnici a chiarire i dettagli dell'intervento: "L’opera – ha spiegato l'ingegner Francesco Criscione di Publiacqua – sarà composta da un sistema di sollevamenti fognari, scolmatori e condotte, che lavoreranno parte in pressione e in parte a gravità, sfruttando le caratteristiche del terreno. Sono 4 chilometri e mezzo di condotte, in tutto. Il cantiere si concluderà entro la fine del 2021, in ottemperanza alla procedura europea d'infrazione". 

 

"Nel corso del cantiere – ha spiegato il geometra Andrea Sordi responsabile dell'ufficio lavori pubblici – il Comune di Castelfranco Piandiscò assicurerà la necessaria collaborazione sia per tenere informata la popolazione, sia per gestire gli eventuali provvedimenti al traffico che si renderanno necessari per consentire ai lavori. 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati