28, Novembre, 2022

“Adotta du’ galline”: l’Unione dei Comuni Valdarno-Valdisieve distribuirà le “ovaiole” alle famiglie che ne faranno richiesta. Affidamento per minimo due anni

Più lette

In Vetrina

“Adotta du’ galline” è l’interessante progetto ambientale lanciato dall’Unione dei Comuni Valdarno-Valdisieve. Verranno affidate due galline a chi aderirà all’iniziativa. Per dichiarare il proprio interesse c’è tempo fino al 31 luglio. “Obiettivo ridurre la quantità
dei rifiuti organici vegetali (da scarti alimentari della mensa familiare) e dei rifiuti di plastica e
cartone da imballaggi”.

 “Adotta du’ galline” è il progetto di educazione ambientale su cui scommette l’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve. La distribuzione di due galline ovaiole “per famiglia” agli abitanti del territorio dell’Unione consentirà di ottenere benefici ambientali ed educativi: ridurre la quantità dei rifiuti organici vegetali (da scarti alimentari della mensa familiare) e dei rifiuti di plastica e cartone da imballaggi (vaschette porta-uova confezionate).
 
Oltre alle uova fresche, infatti, non sono da trascurare, per chi ha l’orto o il giardino, la disponibilità di fertilizzante naturale (pollina) derivante dalla presenza delle due galline. Alcuni dati: 140 kg è la quantità media annua di sostanza fresca vegetale di scarto dalle nostre mense familiari che può essere consumata e smaltita da 2 galline ovaiole; 300 è il numero di uova che possono essere prodotte nell’intera stagione per l’autoconsumo familiare dalle 2 galline ovaiole; 3 kg è la quantità media risparmiata di materiale (plastica) in un anno per le vaschette portauova non acquistate da una famiglia che alleva 2 galline ovaiole.
 
Per aderire al progetto è richiesto un impegno a tenere per almeno 2 anni le galline consegnate dall’Unione di Comuni allevandole a terra con un minimo di spazio aperto, cura e salvaguardia senza ricorrere a gabbie e stabulazioni fisse. Se non si possiede nessuna esperienza, niente paura: saranno consegnate anche delle utili “Note pratiche” contenenti tante indicazioni per il loro allevamento di tipo “familiare”.
 
 Insomma una piccola, grande iniziativa rivolta a tutti gli abitanti dell’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve con una minima disponibilità di spazio per fornire ospitalità alle galline. L’ente, di cui fanno parte i Comuni di Reggello e Rignano, è intenzionato a capire se ci sono potenziali “allevatori familiari” interessati al progetto e per questo è necessario che gli interessati invino un apposito modulo all’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve entro il 31 luglio 2014.
 
Il modulo di manifestazione di interesse può essere scaricato dal sito dell’Unione di Comuni (www.uc-valdarnoevaldisieve.fi.it), può essere richiesto telefonandoci (055.8396636 – 055.8396625 – 055.8396624), oppure passare a ritirarlo dalla nostra sede a Rufina. Sarà possibile anche scaricarlo dal sito web dei Comuni.
 
La consegna delle galline ovaiole e del materiale da fornire sarà confermata in seguito ai riferimenti forniti dagli interessati. Per tutte le informazioni e dettagli sul progetto e sul modulo d’interesse da inviare, è possibile contattare l’Ufficio Agricoltura dell’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve in via XXV Aprile 10 a Rufina (0558396636 -0558396625- 0558396624), mandando un fax (0558396634), oppure inviandoci una mail (agricoltura@uc-valdarnoevaldisieve.fi.it). 

Articoli correlati