28, Gennaio, 2023

Serristori, Calò: “La direzione generale della Asl10 non sta onorando nessuno degli impegni sottoscritti con i Sindaci”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Nel corso del consiglio comunale di Reggello l’assessore Bruschetini, rispondendo all’interrogazione del consigliere di Rifondazione, ha letto una nota della Asl10 dalla quale verrebbero alla luce inadempienze sulla nuova riorganizzazione dell’ospedale

"Ospedale Serristori: la direzione generale della Asl10 non sta onorando nessuno degli impegni sottoscritti con i Sindaci del Valdarno fiorentino sulla nuova riorganizzazione dell’ospedale di zona per acuti". L'allarme è stato lanciato dal capogruppo di Rifondazione comunista Andrea Calò dopo il consiglio comunale di Reggello nel quale l'assessore Bruschetini, rispondendo a un'interrogazione del consigliere, ha letto una nota della direzione generale dell'azienda sanitaria.

Nell'interrogazione Calò chiedeva di fare il punto sull’attuazione degli impegni sottoscritti il 20 dicembre 2013 dai Sindaci del Valdarno fiorentino con Asl10 e Regione Toscana per la nuova riorganizzazione delle attività del Serristori.

"L’interrogazione chiedeva di fare una road map su servizi, attività e organici, sui motivi per i quali a distanza di due mesi e mezzo non arrivavano i medici di ortopedia, chirurgia, cardiologia mentre l'ampliamento di oncologia risultava essere inspiegabilmente fermo. Inoltre venivano chiesti lumi sui motivi per i quali in molti reparti risultavano esserci copiose infiltrazioni e come mai non era stato avviato nessun cantiere per dar corso ai lavori di manutenzione, ristrutturazione e qualificazione promessi per i quali erano stati stanziati fondi aggiuntivi per 2 milioni di euro".

La nota inviata dalla direzione sanitaria Asl10 Ospedale Serristori a firma della dottoressa Francesa Ciraolo e condivisa con il direttore del dipartimento medico e del dipartimento chirurgico, con il dottore Appicciafuoco e con il direttore dell’ortopedia dell’Osma comunica:

"Ortopedia: dal 1 gennaio è stato nominato il nuovo direttore di struttura operativa complessa di ortopedia dell’ospedale Santa Maria Annunziata responsabile anche del Serristori. L’Asl ha bandito un concorso per ortopedici in quanto è sotto di 8 unità e sta ancora lavorando alla riorganizzazione dell’ orario degli ortopedici. I 3 ortopedici o equivalenti previsto dal patto territoriale sarà grantito tramite un’integrazione. Cardiologia:  la copertura dell’organico sarà realizzata tramite un’integrazione dell’equipe di medici cardiologici dell’ospedale del Mugello. Chirurgia: l’organico della chirurgia non è critico ed anzi la realizzazione della week-surgery ha permesso un’integrazione funzionale di un gruppo di chirurgi del Serristori che effettuano alcuni turmi di lavoro all’OSMA in modo da arricchirsi professionalmente. L’attività chirurgica è in espansione, sia per un aumento del’attività dei chirurghi residenti al Serristori, sia per l’attività chirurgica a valenza aziendale che viene effettuata dalla chirurgia della mano, dalla chirurgia plastica e dai chirurghi generali dell’OSMA e di Torregalli. Inoltre è previsto lo sviluppo della chirurgia oculistica".

"Oncologia e lavori di ristrutturazione e riqualificazione: l’ampliamento dell’oncologia è in esame e fa parte integrante di un progetto di riorganizzazione generale della struttura ospedaliera che attualmente è in fase di progettazione presso l’Area Tecnica della ASF. Tale progetto prevede la realizzazione della Casa della Salute, del Centro per disturbi alimentari, di un reparto di Low Care, di un centro di chirurgia oculistica, di un miglioramento generale della logistica del Serristori e del distretto con la diversa collocazione di alcuni reparti e servizi oltre al recupero di spazi oggi non utilizzati. Tale progetto si avvarrà dei fondi per la Casa della salute, del finanziamento aggiuntivo di 2 milioni di euro, di fondi già stanziati per adeguamenti impiantistici e, se il progetto sarà approvato dalla Direzione, da fondi aggiuntivi da piano investimenti. Infiltrazioni d’acqua: è uscita la delibera di autorizzazione alla maggiore spesa, sono in corso i rilievi per il posizionamento dei ponteggi per le riparazioni del tetto del Laboratorio e di porzioni della villa".

"Nelle poche note lapidarie ed esemplificative della Direzione Sanitaria – afferma Andrea Calò – trovano dunque conferma i nostri legittimi sospetti sulla sistematica inottemperanza da parte della Asl10 nel non assicurare la riorganizzazione stabile necessaria allo svolgimento della funzione di ospedale “…di zona con pronto soccorso h24 e sub-intensiva, una medicina adeguata a rispondere alle esigenze di tutti i reparti e servizi presenti, una chirurgia d'urgenza e programmata. Il Serristori rimane un ospedale per acuti che cura le urgenze…dal patto territoriale allegato A".

Il consigliere di Rifondazione comunista a Reggello rincara, poi, la dose:

"Allarmante è la situazione di abbandono e forte precarietà che si vive nell’Ospedale, il Direttore Generale non sta onorando nessuno degli impegni assunti né verso la popolazione che ha necessità di avere concrete risposte sui bisogni socio-sanitari né verso i lavoratori costretti ad operare in regime di sottorganico e i condizioni di lavoro poco dignitose, né verso i Sindaci che rappresentano i territori".

"Inquietante è la vicenda dei necessari interventi di manutenzione così come previsti e finanziati, pur essendo uscita la delibera per impegnare le risorse la Asl10 sta ancora effettuando i rilievi per il posizionamento dei ponteggi per le improcastinabili riparazioni: ma ci prendono in giro?".

Per questi motivi Andrea Calò ha chiesto al sindaco di Reggello Cristiano Benucci di effettuare un sopralluogo al Serristori accompagnato dalla commissione sanità del comune e di "richiamare la Direzione Generale all’ottemperanza dei punti sottoscritti per far funzionare e mettere in sicurezza senza alcuna esitazione l’Ospedale".

"La posta in gioco è ancora molto alta: il diritto alla salute dei cittadini e la tenuta del servizio sanitario nel valdarno fiorentino".

 

Articoli correlati