04, Dicembre, 2022

Salvare il Serristori torna all’attacco sull’ospedale: “Pavimenti orrendi, ecco le immagini del degrado dell’ospedale”

Più lette

In Vetrina

Valentina Trambusti di Salvare il Serristori torna all’attacco sulla situazione dell’ospedale figlinese. Punta il dito sulle pavimentazioni: “Toppe orrende, ecco le immagini del degrado dell’ospedale”. E rincara la dose: “Oltre alla mancanza dei medici promessi, le immagini dimostrano l’incuria all’interno della struttura. Bugie di Asl e Regione”.

Una toppa di mattonelle bianche piazzata nel mezzo di un pavimento rosso:  “Complimenti per il colore” vi ha scritto sopra,  con molta ironia e tanta amarezza, uno dei degenti dell’Ospedale Serristori.  E  non un caso isolato: chiazze di cemento si alternano a piastrelle di vario colore evidenziando il degrado a cui è condannato l’Ospedale di Figline.
 
 “E’ proprio così come dicono gli inglesi – afferma Valentina Trambusti, capogruppo consiliare di Salvare il Serristori – il diavolo si annida nei dettagli. E queste orrende riparazioni dei pavimenti, sono la dimostrazione pratica delle bugie che stanno raccontando la Regione e le Asl: non sono si rifiutano di inviare a Figline i medici che avevano promesso con tanto di firma ufficiale, ma non si preoccupano neanche di dare una dignità alle opere di manutenzione. Queste toppe sono il segno del colpevole abbandono a cui si vuol destinare il nostro ospedale. E perché la nostra sindaca tace, di fronte a tanto scempio?”
 
Le preoccupazioni di Valentina Trambusti sono condivise da Valerio Bobini, presidente del Crest, il Comitato regionale emergenza sanitaria toscano che comprende i rappresentanti di oltre 15 comitati di piccoli ospedali. “Purtroppo le immagini di evidente incuria che arrivano dall’Ospedale di Figline sono il segno evidente del fallimento della politica sanitaria della Regione Toscana. Stanno distruggendo il patrimonio costituito dalla rete dei piccoli ospedali, per far posto a enormi carrozzoni in cui succede tutto e di più”.

Articoli correlati