16, Giugno, 2024

Ponterosso e Gracchia: la giunta stanzia 12mila euro per la ripulitura dell’alveo. Presto i lavori

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Dopo l’intervento della famiglia proprietaria del ponte sul Ponterosso che lamentava erba alta nei corsi d’acqua, la giunta di Figline Incisa ha approvato uno stanziamento straordinario di 12.000 euro per ripulire il Ponterosso tra lo Stecco e via Copernico e il Gracchia all’altezza della rotatoria provinciale

La giunta di Figline Incisa ha approvato uno stanziamento straordinario di 12.000 euro per la ripulitura dell'alveo del Ponterosso e del Gracchia. La decisione arriva dopo che la famiglia Righi, proprietaria dell'ormai famoso ponte sul Ponterosso allo Stecco, intervenuta nella querelle della sospensiva per la demolizione della struttura da parte del tribunale, invitò l'amministrazione comunale a tagliare le erbacce che stavano invadendo i due corsi d'acqua.

Il comune dunque destinerà la somma allo sfalcio degli arbusti presenti sull’alveo, precedendo di fatto un intervento che il Comprensorio di Bonifica non avrebbe potuto compiere in tempi rapidi. La ripulitura avverrà entro la fine di settembre sul torrente Ponterosso nel tratto compreso tra l’abitato della frazione Stecco e il ponte su via Copernico, ma anche sul torrente Gracchia tra il borro di Cerviano e la confluenza con il torrente Ponterosso, all’altezza della nuova rotatoria provinciale.

“Conosciamo tutti i problemi che questi torrenti hanno creato nel 2013 – hanno spiegato la sindaca Giulia Mugnai e la sua vice Caterina Cardi – quindi è doveroso intervenire quanto prima per ripulire gli alvei dalla vegetazione cresciuta in questa estate così piovosa. In ogni modo, per mettere completamente in sicurezza quell’area sono necessari anche altre opere di mitigazione ma soprattutto la demolizione del ponte privato sul Ponterosso, su cui aspettiamo la pronuncia del Tribunale superiore delle acque pubbliche. Ma intanto noi facciamo la nostra parte, per la salvaguardia di tutti”.

Adesso verrà individuata la ditta esecutrice dei lavori che dovrebbero avere una durata di circa 15 giorni. Il Comprensorio di bonifica, che aveva già programmato l’intervento anche se con diversa tempistica, provvederà ad individuare di intesa con il Comune un’altra opera da effettuare sui corsi d’acqua del territorio comunale di Figline e Incisa.

Articoli correlati