10, Agosto, 2022

Ex Bekaert, Uilm Uil: “Che sia un primo passo per la ricostituzione dei posti di lavoro cancellati”

Più lette

In Vetrina

Dopo l’incontro presso la Regione Toscana sull’area della ex Bekaert oggetto della firma di un atto preliminare di acquisto da parte di un soggetto di tipo industriale del quale ancora non si conosce il nome interviene anche Davide Materazzi, Uilm Uil.

“Nella giornata di ieri, in un incontro di aggiornamento del protocollo Valdarno sottoscritto dalle istituzioni locali, Regione e comuni, da CGIL CISL e UIL e dalle associazioni datoriali, è stato annunciato che si sta concludendo la vendita da parte della multinazionale Bekaert del sito industriale ex Pirelli di Figline Valdarno. Non si conosce ancora l’acquirente né il piano industriale e di sviluppo che si prevede per l’area, ma a tal proposito è stata organizzata dalla regione Toscana uno specifico incontro per la giornata di domani, nel quale come Uilm, Fiom e Fim, avremo modo d’incontrare l’acquirente e cominciare un dialogo per conoscerne il piano industriale e capire meglio quali saranno le ricadute sociali ed occupazionali”.

“La UILM si augura ovviamente che questo sia un primo passo per la ricostituzione di quei posti di lavoro cancellati dalla multinazionale Bekaert e che hanno lasciato sul territorio una ferita sociale ancora drammaticamente presente. Che sia il primo passo per invertire una progressiva dismissione ed abbandono industriale ed economico che negli ultimi anni sta subendo non solo il Valdarno, ma tutta Firenze, e tutta la regione Toscana in disparate aree. Che sia finalmente un buon auspicio per tornare a parlare di politica industriale ed a fare industria e sviluppo sul nostro territorio.”

Articoli correlati