20, Luglio, 2024

“Chi abbandona, si abbandona”: la nuova campagna dell’Enpa contro le malvagità sugli animali

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Parte la campagna dell’Ente nazionale protezione animali contro gli abbandoni in estate. “La campagna 2015 si basa su un concept mai considerato prima, spostando l’attenzione dell’interlocutore verso se stesso, affinché possa capire che le conseguenze di un abbandono avranno effetto anche su di lui”. Il Valdarno non registra al momento situazioni particolari

Il periodo più brutto per il Valdarno fu il 2013 quando in estate tanti cani, in maniera particolare cagnoline in gravidanza e cuccioli, furono abbandonati. Il canile di Forestello, gestito dall'Enpa di San Giovanni, accolse gli animali maltrattati e lasciati ai bordi delle strade. Ma nel territorio il fenomeno per fortuna è limitato. 

L'Enpa, er questa estate, ha comunque lanciato un appello: "Chi abbandona si abbandona", lanciando così una prospettiva diversa del triste fenomeno.

"Il compito della Protezione Animali è di continuare a fare appello alla coscienza etica e morale delle persone, lanciando costantemente il messaggio antiabbandono, invitando a riflettere su tutte le implicazioni di un tale gesto, cercando di presentarlo da più angolazioni e provando strade diverse, come quella intrapresa quest’anno".

La campagna 2015 dell'Enpa si basa su un concept mai considerato prima, spostando l’attenzione dell’interlocutore verso se stesso, affinché possa capire che le conseguenze di un abbandono avranno effetto anche su di lui.

 

Articoli correlati