05, Febbraio, 2023

Argini dell’Arno trasformati in una discarica a cielo aperto di rifiuti ingombranti e pericolosi

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Calcinacci, sacchi della spazzatura, ma anche mobili, valigie, secchi e taniche. È quanto un lettore di Valdarnopost ha fotografato in prossimità dell’Arno, nella zona di Restone, fra Figline e San Giovanni

Rifiuti speciali e pericolosi, ancora una volta scaricati all'aperto, che trasformano così una zona naturale, come quella lungo l'Arno, in una discarica di prodotti di ogni tipo, abbandonati senza alcun rispetto per l'ambiente. 

Queste foto arrivano dalla zona dell'Arno all'altezza della località Restone, e lungo la ciclabile fra San Giovanni e Figline. Sono state scattate da un lettore di Valdarnopost, che fa notare, tra l'altro, come ci sia anche una tranenna che dovrebbe impedire ai mezzi di venire a scaricare proprio qui. 

Si vedono non soltanto calcinacci e frammenti di cemento, in mezzo a sacchetti di spazzatura, ma anche pezzi di arredamento, taniche di plastica, secchi e persino una valigia e un elmetto. Rifiuti che sono considerati speciali e pericolosi, e che dovrebbero essere smaltiti correttamente: di certo non abbandonati all'aperto. 

Non è soltanto una questione di civiltà e di rispetto per l'ambiente: va ricordato che si tratta di un vero e proprio reato, per cui si incorrono in sanzioni amministrative anche molto salate, e che può scattare anche la denuncia per reato ambientale. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati