25, Aprile, 2024

Il Mercato Europeo torna a San Giovanni con espositori da ogni parte del mondo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

San Giovanni torna ad essere animata dal Mercato Europeo, infatti da giovedì 11 a domenica 14 maggio sapori, profumi e tradizioni da ogni parte del mondo, torneranno ad incontrarsi in viale Diaz. Saranno 18 le nazioni coinvolte nella “Food and Drink Experience” accompagnata anche da altri stand.

L’evento si aprirà col consueto taglio del nastro tricolore, giovedì alle 18, per continuare fino a domenica compresa con orario 9-24. La quattro giorni ha il patrocinio del Comune di San Giovanni Valdarno e della Camera di Commercio di Arezzo – Siena. Il Mercato Europeo è un appuntamento che coinvolge produttori e commercianti provenienti da ben 18 nazioni diverse tra Europa e resto del mondo. L’iniziativa, è l’occasione per provare sapori e profumi internazionali e fare acquisti di prodotti che arrivano da tutta Europa e non solo, come Austria, Francia, Germania, Grecia, Repubblica Ceca, Slovenia, Spagna, Ungheria, Olanda, Polonia, Gran Bretagna, Brasile, Messico, e naturalmente da alcune regioni dell’Italia.

Valeria Alvisi: direttore provinciale Confesercenti:”Confesercenti anche quest’anno torna con vero piacere a San Giovanni Valdarno per due motivi: il primo è perché il Mercato Europeo è uno dei pochi eventi capaci di riproporsi ogni anno con rinnovato vigore e di catturare l’attenzione di un sempre crescente numero di visitatori soprattutto in ragione di un’alta qualità, capace di solleticare gusti e palati con un’offerta commerciale e una produzione alimentare diversa rispetto a quella, comunque eccellente, che abbiamo sul territorio. L’altro motivo è quello di poter contribuire, anche se in maniera indiretta, a favorire una maggiore animazione e promozione del centro storico e della sua rete commerciale, grazie anche all’effetto di manifestazioni come questa, che è quello di portare a San Giovanni Valdarno in particolare, un numero maggiore di persone, come ormai è tradizione da tanti anni a questa parte».

Sara Ballerini, responsabile Confesercenti Valdarno:”Quest’anno l’offerta di prodotti ed espositori cresce nei numeri dei presenti e nella qualità, di sicuro interesse gli stand del Sudamerica con la cucina argentina assente dal 2019, quella brasiliana e messicana oppure la cucina indiana; ma potremo deliziarci anche delle cucine tipiche europee come quella polacca, greca o spagnola, il tutto annaffiato da birra e liquori della Repubblica Ceca, come la tradizionale becherovka alle erbe. Passando ai dolci, troveremo i tradizionali kurtoskalacs, dolci ungheresi detti anche “torte a camino” per la loro forma inusuale, le mini crepes olandesi, i churros spagnoli. In terra di stufato, torna lo stand delle spezie francesi, assente anch’esso dal 2019, con tanti colori e profumi provenienti da tutto il mondo”.

Il sindaco Valentina Vadi e l’assessore alla cultura Fabio Franchi:”Siamo molto contenti che, anche per il 2023, torni il Mercato Europeo a San Giovanni Valdarno, una tradizione ultradecennale del nostro Comune, organizzato da Confersercenti Arezzo e Valdarno, Anva, con il patrocinio della Camera di Commercio Siena Arezzo. Sarà il primo importante evento che darà il via ad una lunga stagione estiva a San Giovanni Valdarno che, quest’anno, vedrà iniziative di prestigio nazionale ed internazionale confermando San Giovanni come centro culturale del Valdarno, e che ci accompagneranno fino al Perdono e alla inaugurazione della mostra dedicata a Giovanni da San Giovanni nell’ambito del progetto Terre degli Uffizi il prossimo settembre”.

Al fine di garantire la maggior sicurezza possibile di tutti i partecipanti, sono stati previsti alcuni cambiamenti alla viabilità cittadina.  Inoltre, con ordinanza sindacale, è istituito il divieto di vendita e somministrazione di bevande contenute in recipienti di vetro e lattine, in occasione dello svolgimento della manifestazione. In particolare dal 11 al 14 maggio, e comunque fino al termine del mercato europeo, in viale Diaz, è vietata la vendita e la somministrazione nonché l’introduzione di alimenti e/o bevande in contenitori di vetro e lattine. E’ consentita la vendita per asporto di bottiglie in vetro esclusivamente se contenute in confezioni rigide di cartone, o altro materiale simile. E’ inoltre vietata la vendita e la somministrazione di bevande classificate superalcoliche dopo le 23. Le aree per la sosta consigliate nei pressi della manifestazione sono i parcheggi a pagamento di via Vittorio Veneto, via della Costituzione, via Spartaco Lavagnini, via Martiri della Liberta e via 2 Giugno o il parcheggio a disco orario di via 2 Giugno.

Articoli correlati