01, Febbraio, 2023

San Giovanni, scuole e Comune firmano una convezione in tema di associazionismo e volontariato

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Le scuole e il Comune di San Giovanni Valdarno hanno siglato una convenzione per attuare percorsi di Pcto (percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento) riconosciuti attraverso crediti formativi da svolgersi nelle associazioni del territorio.

La dichiarazione d’intenti è stata sottoscritta dal sindaco Valentina Vadi e dai quattro dirigenti scolastici: Lucia Bacci, dirigente dei Licei Giovanni da San Giovanni, Francesco Dallai, dirigente dell’istituto comprensivo Masaccio, Emilia Minichini, dirigente dell’istituto comprensivo Marconi e Lorenzo Pierazzi dirigente dell’Isis Valdarno. Presente alla conferenza anche l’assessore all’istruzione Nadia Garuglieri e i due referenti dei Pcto degli istituti superiori Luca Africh e Cecilia De Lucia.

La tecnologia è importante ma non si deve dimenticare l’importanza del volontariato e dell’associazionismo, nucleo fondamentale di una comunità, è stato sottolineato all’unanimità dai presenti.

“La scuola – hanno dichiarato il sindaco Valentina Vadi e l’assessore all’istruzione Nadia Garuglieri – è il presidio educativo per eccellenza nel territorio, una scuola aperta è il presupposto necessario per costruire una comunità educante. Questa convenzione che abbiamo sottoscritto oggi testimonia e conferma l’impegno condiviso dei soggetti del territorio (scuola, associazioni, amministrazione comunale) a rafforzare un’alleanza educativa, civile e sociale. Ed è proprio questa alleanza che promuove il territorio come comunità educante nell’impegno condiviso a garantire la crescita ed il benessere dei ragazzi e delle ragazze. La convenzione è il frutto di un lavoro di collaborazione tra scuola, associazioni del territorio e amministrazione comunale, reso possibile dalla disponibilità dei dirigenti scolastici che credono in una scuola aperta al territorio e alle associazioni. L’obiettivo è offrire ai ragazzi e alle ragazze esperienze formative da fare nell’ambito delle diverse associazioni promuovendo la cultura del volontariato e le competenze di cittadinanza attiva”.

Tanti i percorsi che potranno essere intrapresi dagli studenti per acquisire, in particolare, competenze di cittadinanza attiva e soft skills e contribuire a migliorare la comunità e l’ambiente.

“I Pcto, ( ex alternanza scuola – lavoro) dedicati alle studentesse e agli studenti degli istituti superiori, pongono i giovani nella condizione di maturare un atteggiamento di graduale e sempre maggiore consapevolezza delle proprie vocazioni, in funzione del contesto di riferimento e della realizzazione del proprio progetto personale e sociale, in una logica centrata sull’auto-orientamento. Tutte le attività condotte nei Pcto sono finalizzate all’acquisizione delle competenze tipiche dell’indirizzo di studi prescelto e delle competenze trasversali come le capacità di imparare e relazionarsi, esperienze in materia di cittadinanza, abilità imprenditoriale e consapevolezza ed espressione culturali”.

Il progetto nasce anche per la volontà dell’Amministrazione di supportare il mondo del volontariato. L’incontro fra scuola e associazioni si è realizzato inoltre nell’ambito del Festival della partecipazione che aveva proprio lo scopo di presentare le varie attività delle diverse associazioni del territorio agli studenti. Uno scambio che ha permesso ai ragazzi di scegliere fra più opzioni per adempiere agli obblighi scolastici e, allo stesso tempo, supportare le associazioni in un momento in cui la presenza di volontari scarseggia.

Articoli correlati