25, Giugno, 2024

78 esimo Anniversario della Liberazione: tutti gli eventi organizzati in Valdarno

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Tante celebrazioni, deposizioni di corone, interventi delle istituzioni nel nostro territorio per il 78 esimo Anniversario della Liberazione nazionale dal nazifascismo, avvenuta il 25 aprile del 1945. Ecco tutti gli eventi in programma per questa speciale giornata. 

RIGNANO SULL’ARNO

Sabato 22 aprile: Inizio alle ore 15.30, presso i Giardini del Bombone, si terrà l’Inaugurazione dell’ albero per i caduti per la libertà. Alle ore 17.00, nel Ridotto del Bruschi, la Presentazione del libro Ricordi del Partigiano rignanese di Ugo Focardi, “sceriffo” a cura di Anpi.

Martedì 25 aprile: Invece, nella giornata della Liberazione alle ore 9.30, nella Chiesa di San Leolino, si celebrerà la Celebrazione della S. Messa in suffragio di tutti i caduti. Continuerà alla ore 10.30,  dalla Chiesa di San Leolino verso via Piave, il Corteo con la partecipazione della Filarmonica “G. Verdi” di Rignano e deposizione delle corone al monumento ai caduti per la libertà. Ore 11.00, in P.zza della Repubblica, si terrà la  Commemorazione da parte del Sindaco Giacomo Certosi e dei rappresentanti di ANPI. A seguire, la Deposizione dei fiori presso i “CIPPI DEI CADUTI PER LA LIBERTÀ”. La giornata si concluderà alle ore 14.30 con la Camminata della memoria a cura di ANPI.

FIGLINE INCISA VALDARNO

La celebrazione della Liberazione prenderà l’intera giornata di martedì 25 aprile: in mattinata si svolgerà la consueta manifestazione istituzionale, che comincerà alle 10 in piazza Mazzanti a Incisa, con la deposizione della corona presso il monumento ai caduti. Dopo l’introduzione di Federico Cecoro, presidente del Consiglio comunale, seguiranno gli interventi della sindaca Giulia Mugnai e di Cristoforo Ciracì, presidente della sezione Anpi “Aronne Cavicchi” di Figline e Incisa Valdarno. A seguire, si svolgerà l’esibizione musicale del Quartetto Schumann del Teatro Garibaldi. Alle 10.30 verrà deposta un’altra corona, al cippo dedicato a Salvo D’Acquisto, nella piazza di Incisa intitolata al vicebrigadiere dei Carabinieri, medaglia d’oro al valor militare, che nel settembre del 1943 sacrificò la vita per salvare un gruppo di civili dalla fucilazione delle truppe naziste.

La cerimonia proseguirà, poi, alle 11 a Figline, in piazza IV Novembre, davanti al municipio per la deposizione delle corone in memoria dei caduti in piazza Bianco Bianchi e in piazza Averani. Alle 11.30 si replicherà la deposizione anche in via Sarri, davanti all’Albero dell’Universo, gli interventi istituzionali seguiranno la stessa formula di Incisa. A seguire, alle 12.15 le associazioni combattentistiche si recheranno a deporre mazzi di fiori sulle tombe dei Martiri della Resistenza, mentre Anpi raggiungerà il monumento ai caduti di Sant’Andrea per posare una corona.

Nel pomeriggio invece, a cura della sezione Anpi “Aronne Cavicchi” si svolgerà, presso il Centro Sociale Il Giardino (via Roma a Figline), la conferenza dello storico e scrittore Filippo Boni intitolata “Le stragi naziste nel nostro territorio” e verrà presentato il suo libro “Io muoio per te”, alla presenza della sindaca Giulia Mugnai. A seguire il concerto del gruppo BGV & Company e un rinfresco.

Un momento delle celebrazioni dello scorso anno del Comune di Figline e Incisa Valdarno

TERRANUOVA BRACCIOLINI

Il programma del Comune per la giornata del 25 aprile prevede: alle ore 11, il ritrovo in Piazza della Repubblica con bandiere e gonfaloni; poi dalle ore 11.30 la sfilata del corteo fino a Piazza Liberazione, dove sarà posta una corona di alloro e sarà fatta una preghiera in suffragio dei Caduti Partigiani, officiata da Mons. Enrico Gilardoni. Previsto anche l’intervento del Sindaco, Sergio Chienni e di Riccardo Vannelli, Anpi Valdarno. Seguirà, poi, l’esibizione della Filarmonica G. Verdi e degli allievi della Scuola di musica P. Bracciolini. Continuerà alle ore 12.00 il corteo fino a Piazza Unità Italiana e terminerà con la  deposizione di una corona di alloro al Monumento ai Caduti di tutte le guerre.

MONTEVARCHI

La celebrazione si svolgerà nel corso della mattinata nel Comune di Montevarchi, iniziando alle ore 8 in Piazza Umberto con la deposizione delle corone di alloro ai seguenti Monumenti: Levane, Piazza della Feria, Cimitero; Levanella, Borro al Quercio, Poggio Cucculle – Ricasoli e, infine, presso il Cimitero Urbano Capoluogo in Piazza Europa- Via Calamandrei. Alle ore 9,45, in Piazza Varchi, il ritrovo di tutte le Autorità e alle 10, presso l’Insigne Collegiata San Lorenzo una Messa per i Caduti. Sempre in Piazza Varchi, alle ore 10,45, il saluto del Sindaco Chiassai, o un suo delegato, e l’esibizione del Corpo Musicale “G. Puccini”. Infine, presso il Loggiato del Municipio, un ultimo Omaggio ai caduti.

REGGELLO

Il programma per la giornata di martedì prossimo: partenza dalle ore 8:30 per raggiungere in autobus il Cippo dei Partigiani al Monte Secchieta; le celebrazioni proseguiranno alle ore 11:15 con la deposizione delle Corone d’alloro nel capoluogo e si concluderanno in piazza IV novembre a Reggello.

SAN GIOVANNI VALDARNO  

Martedì 25 aprile,  alle ore 10, il sindaco Valentina Vadi si troverà con il sindaco di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti o Sanni e con il presidente dell’Anpi Valdarno, Giuseppe Morandini, al Cippo di Santa Lucia per ricordare il brutale eccidio avvenuto il 24 luglio del 1944: tre mesi prima della Liberazione di San Giovanni – nel quale vennero fucilati dai fascisti il giovane comandante Gian Maria Paolini, medaglia d’argento e della Resistenza, e i due partigiani Settimio Berton e Francesco Fiscaletti. A seguire saranno deposte le corone al Sacrario dei Caduti del cimitero urbano di San Giovanni Valdarno, sotto il loggiato di Palazzo di Arnolfo e al monumento ai caduti per la libertà al villaggio minatori. Alle celebrazioni prenderanno parte le autorità militari e civili e le associazioni combattentistiche. Alle celebrazioni, a cui sono state invitate le autorità militari e civili e le associazioni combattentistiche, potranno prendere parte anche i cittadini.
Valentina Vadi Sindaco di San Giovanni Valdarno: “La Resistenza e la Liberazione costituiscono le radici del nostro presente e ognuno di noi, al di là delle appartenenze ideologiche, può dire a ragione, di ‘essere nato il 25 aprile’, perché a partire da quella data per il nostro paese comincia una storia nuova, dopo oltre vent’anni di dittatura fascista e dopo cinque anni di una guerra rovinosa e disastrosa. Doveroso ricordare i sangiovannesi e i valdarnesi caduti per la libertà e i tre giovani assassinati dai fascisti a Santa Lucia. E oggi, in questo anniversario della Festa della Liberazione, un pensiero speciale vorrei indirizzarlo al ricordo di due sangiovannesi, autenticamente antifascisti: Rino Giardini, che è stato sindaco della nostra città e Massimo Merlini, già presidente dell’Anpi, scomparsi entrambi poche settimane fa. Se i valori dell’antifascismo e della Costituzione sono rimasti vivi nella nostra città è anche grazie al loro operato”.

CAVRIGLIA

Il comune di Cavriglia si unisce a quello di San Giovanni nel ricordare, oltre la Liberazione nazionale, anche l’eccidio di Santa Lucia, avvenuto il 24 aprile 1944. Quindi, alle ore 10 presso il Cippo di S. Lucia porteranno il loro saluto il sindaco Valentina Vadi, il sindaco Leonardo Degl’innocenti o Sanni e Giuseppe Morandini, Presidente A.N.P.I. Valdarno.

LORO CIUFFENNA

Lunedì 24 aprile: Presso la Filanda alle ore 17, l’inaugurazione della mostra di Livia Livi, “Il viaggio” con l’intervento del presidente provinciale A.N.P.I. Leno Chisci.

Martedì 25 aprile, invece, le celebrazioni inizieranno in piazza Matteotti alle ore 9,30 con la deposizione del mazzo dei fiori ai caduti presso il cippo di Piazza Garibaldi. Proseguirà poi in corteo fino al Monumento della resistenza, posto in Viale A. De Gasperi, dove verrà depositata una corona d’alloro. Il tutto accompagnato dalla società filarmonica “G. Verdi” di Loro Ciuffenna. A San Giustino, alle ore 11,15, ai caduti di via Duca degli Abruzzi una deposizione di fiori, poi ai Monumenti dei caduti dell’Oreno e della Grotta. Per poi proseguire verso altre frazioni di Loro: Faeto (ore 14,30); Anciolina (ore 15); Trappola (ore 14,30); Modine (ore 15,15) e Rocca Ricciarda (ore 15,45).

 

LATERINA E PERGINE VALDARNO

La giornata inizia alle ore 9,30 presso Piazza Repubblica a Laterina, con sosta al Belvedere sito in Via roma per la Cerimonia di intitolazione in ricordo dei giovani martiri uccisi in Loc. La Trappola: “Belvedere dei giovani martiri della montagna Danilo Carnicci, Pasquale Mancini, Giustino Margiacchi e Alfredo Mazzotti”. Prevista la presenza dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. Dopo, il corteo si sposterà al Monumento ai caduti per la deposizione della corona di alloro. La manifestazione sarà accompagnata dalla Filarmonica “Santa Cecilia” di Laterina.
Invece, a Pergine alle ore 11 in via Vallelunga Giardini Pubblici presso il Monumento ai caduti la cerimonia dell’Alzabandiera con commemorazione e deposizione della corona di alloro.

BUCINE

Il Comune di Bucine celebrerà la giornata della Liberazione con un omaggio del Sindaco Benini, dell’Amministrazione comunale e delle Associazioni presenti sul territorio presso i Monumenti dei caduti, Lapidi e Cippi in memoria dei caduti. Nello specifico, inizieranno alle ore 8,15 presso la Località Vignali al Cippo; alle ore 8,30 presso il Monumento di Piazza del Popolo e presso la lapide del Palazzo Comunale. Seguiranno altre commemorazioni in tutto il Comune, che si possono consultare nella seguente pagina del Comune di Bucine.

CASTELFRANCO PIANDISCÒ

Le celebrazioni si svolgeranno nel suo seguente programma: alle ore 08:30 a Pian di Scò presso il Monumento ai caduti Piazza del Municipio; alle ore 09:15 a Castelfranco di Sopra al Monumento ai caduti Piazza Livio Sati; alle ore 10:00 a Faella, Monumento ai caduti Via V. Emanuele; alle ore 10:45 a Pulicciano presso il Monumento ai caduti e all ore 11:30 a Matassino, alla Lapide presso il Circolo ARCI.

 

Articoli correlati