16.12.2014  19:33

Via ai lavori per l'abbattimento delle barriere architettoniche. E verrà realizzato anche un piano complessivo

di Eugenio Bini
Via ai lavori per l'abbattimento di alcune barriere architettoniche di Figline e Incisa. Interventi sui marciapiedi da 140 mila euro. La vicesindaco Caterina Cardi: "Siamo indietro, per questo verrà dato un incarico per stilare un piano complessivo". L'obiettivo è anche quello di accedere ai contributi regionali. Al lavoro anche gli studenti dell'Isis Vasari.


La nuova rampa della stazione di Figline
Così non va. Poco è stato fatto negli anni per eliminare le barriere architettoniche a Figline e Incisa, e rendere i centri urbani e i principali luoghi pubblici accessibili a tutti.

Nelle scorse settimane l'amministrazione comunale ha dato il via ad alcuni interventi per abbattere le barriere architettoniche. Si inizia dai marciapiedi. E oggi la giunta ha approvato anche una seconda tranche di interventi.

I primi lavori che sono già iniziati riguardano via Petrarca, via Garibaldi, via XXIV Maggio, via Del Puglia e Via Copernico, nei pressi della nuova rotonda, a Figline, mentre a Incisa via XX Settembre. Lavori da circa 70mila euro, ai quali si aggiunge la seconda tranche approvata oggi dalla giunta.

Altri 70mila euro infatti, sono stati stanziati per gli interventi in via Verdi, via Mascagni, piazza della Libertà, il camminamento di via Puccini, via Rossini, via Roma (all’altezza della Conad), via Locchi, via Garibaldi, via Cavicch e via Pampaloni a Figline. A Incisa invece: via Brucalassi, via Laura e via Turati.

“In questi giorni – spiega la vicesindaco Caterina Cardi - gli operai stanno lavorando in via Petrarca. Oltre a intervenire sui marciapiedi riteniamo anche importante avere a disposizione un piano per programmare gli interventi. Per questo stiamo affidando l’incarico ad un professionista per stilare il Peba: piano eliminazione barriere architettoniche. Verranno mappati gli edifici pubblici e quelli privati ad utilizzo pubblico per avere un quadro complessivo degli interventi, con l’obiettivo di migliorarne l'accessibilità”.

“Infine – conclude la vicesindaco – contiamo nel medio periodo di realizzare un’area gioco senza barriere, con la risistemazione dei giardini Morelli. Verrà installata un’altalena per tutti i bambini”. Anche per coloro che hanno difficoltà motorie.

Contemporaneamente anche gli studenti del Vasari, dell'indirizzo geometri, stanno lavorando sul tema delle barriere architettoniche. L'istituto già negli anni passati aveva realizzato uno studio sulle strutture di Figline con problemi di accessibilità. Adesso gli studenti, sotto la supervisione dei docenti, stanno ampliando e aggiornando lo studio. 
 

Cronaca

 
comments powered by Disqus