09.04.2017  15:56

Banda ultralarga, la Regione programma i cantieri da qui al 2020. Riunione con i comuni interessati

di Glenda Venturini
In Valdarno fa parte della prima fase solo il comune di Terranuova: nelle cosiddette 'aree bianche' la Regione porterà la banda ultralarga. Per partire però subito e chiudere tutto entro il 2020 servono procedimenti amministrativi snelli e rilascio rapido dei permessi per gli scavi: un impegno chiesto ai Comuni (e alle Province) attraverso la firma di una convenzione


commenti

Data della notizia:  09.04.2017  15:56

Prima fase già pronta a partire, nel piano della Regione Toscana per portare la connessione internet con banda ultralarga nelle "zone bianche", cioè quelle dove internet veloce, con il solo mercato, non sarebbe mai arrivato per conformazione del territorio, densità abitativa o di aziende. Di questa prima fase, come indica la tabella qui sotto, in Valdarno è interessato soltato il comune di Terranuova. 

 
Comune Fase Fondi
Terranuova Fase 1 Fesr
Loro Fase 2 Fsc
Figline e Incisa Fase 2 Fsc
Bucine Fase 3 Fsc
Castelfranco Piandiscò Fase 3 Fsc
Laterina Fase 3 Fsc
Reggello Fase 3 Fsc
Rignano Fase 3 Fsc
Cavriglia Fase 4 Fsc
Montevarchi Fase 4 Fsc
Pergine Fase 4 Fsc
San Giovanni Fase 4 Fsc
 
 

Regione e Ministero allo Sviluppo economico investiranno 228 milioni di euro, in questo piano: così anche nei borghi più isolati si potrà navigare su internet veloci, non solo ad oltre 30 megabit al secondo (che sarebbe già banda ultralarga) ma almeno a 100 megabit. Per partire però subito con i primi cantieri e affinché entro il 2020 l'ultimo comune sia cablato servono procedimenti amministrativi snelli e rilascio rapido dei permessi per gli scavi: un impegno chiesto ai Comuni (e alle Province) attraverso la firma di una convenzione. 

Per questo tre settimane fa c'era stato il primo incontro, rivolto alle 73 amministrazioni comunali ricomprese nelle prima delle quattro fasi del progetto, con alcuni cantieri che si apriranno già entro l'estate. Il 7 aprile scorso, invece, l'assessore alla presidenza della Toscana, Vittorio Bugli, ha incontrato gli amministratori degli altri comuni, quelli che saranno coinvolti dalla seconda alla quarta fase della gara bandita da Infratel, società in house del Ministero allo sviluppo economico, e che è stata assegnata a Open Fiber. L'obiettivo appunto è di sveltire le procedure amministrative per rimanere entro i tempi: la scadenza finale prefissata (di tutte e quattro le fasi) è il 2020. 

 

Economia

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Esce a gennaio il nuovo film di Checco Zalone, Tolo Tolo,...
Julian Carax
Un.Dici
Non è da tutti — almeno a queste latitudini — il privileg...