18, Agosto, 2022

Weekender: gli eventi del fine settimana in Valdarno nel pieno del Carnevale

Più lette

In Vetrina

VENERDì 25 FEBBRAIO

San Giovanni Valdarno – l nuovo Cabarduetto, al teatro Masaccio per ridere e regalare sorrisi. Domani, venerdì 25 febbraio, alle 21 al teatro Masaccio arriva lo spettacolo di beneficenza organizzato dal Lions Club Valdarno Host in collaborazione con l’Associazione Paro Paro e il patrocinio del Comune di San Giovanni Valdarno. Il ricavato della serata sarà devoluto alla onlus Il Sorriso di Enrico. “Cabarduetto. Tutto nuovo. Tutto paro”. Domani, venerdì 25 febbraio alle 21 il dinamico duo Francesco Marini e Massi Fruchi delizierà il pubblico del teatro Masaccio uno spettacolo tutto inedito sia negli sketch comici sia nelle canzoni. L’evento di beneficenza è organizzato dal Lions Club Valdarno Host in collaborazione con l’Associazione Paro Paro ed il patrocinio del Comune di San Giovanni Valdarno ed il ricavato della serata sarà devoluto alla onlus “Il Sorriso di Enrico”.

SABATO 26 FEBBRAIO

Montevarchi – Secondo appuntamento del 2022 con la rassegna “Incontro con l’autore”, da parte del Centro Culturale Ginestra Fabbrica della Conoscenza che ha organizzato un ciclo di presentazioni fino alla fine del mese di marzo. La rassegna di presentazione di libri, si svolge all’interno del Palazzo del Podestà. Sabato 26 febbraio alle ore 17.30 In Sala del Podestà, sarà presentato il libro Nessun dorma! ( C&P Adver Effigi, 2021) scritto da Oscar Montani. Porterà i suoi saluti Silvia Chiassai Martini Sindaco di Montevarchi e l’autore
dialogherà con lo scrittore e giornalista Gianni Marucelli, direttore della rivista
online “L’Italia, l’uomo, l’ambiente”. Ecco in breve la trama del romanzo.

Cavriglia – Appuntamento il 26 febbraio alle 16.30 in Sala Consiliare a Cavriglia: incontro a cura della biblioteca e dell’associazione “LiberiLibri” all’insegna dell’amore per i viaggi Stefano. Beccastrini è un autore valdarnese laureato in Medicina e Pedagogia, già Assessore per il Comune di San Giovanni e presidente del Valdarno Cinema, che ha, oltre alla passione della celluloide, anche quella dei viaggi. “Il giro del mondo in 80 racconti: in viaggio tra popoli e luoghi, libri e cibi, opere d’arte e tombe, ricordi e sogni” è il titolo del suo ultimo libro, edito da Aska Edizioni, che sarà presentato sabato 26 febbraio alle 16.30 in Sala Consiliare a Cavriglia.Il titolo è un divertente omaggio al celebre romanzo dell’amato Jules Verne, parrebbe far riferimento a un libro di viaggi ed effettivamente anche di ciò le sue pagine si occupano.
Però, rispetto a tale genere letterario, oggi piuttosto di moda, quest’opera presenta una particolarità: i viaggi che racconta non sono, nella loro stragrande maggioranza,
avvenuti di recente e, dunque, narrati sulla base di freschi ricordi o ravvicinati appunti.

San Giovanni Valdarno – STANZE. Sul custodire e il perdere è il secondo appuntamento di ESPORRE IL CINEMA, un ciclo di mostre legate annualmente al Premio Marco Melani che, per l’edizione del 2021, è stato consegnato alla memoria di Chantal Akerman (Bruxelles, 1950 – Parigi, 2015). Regista, artista, attrice, scrittrice e sceneggiatrice, è una dei più importanti registi della sua generazione. STANZE. Sul custodire e il perdere, prende voce e corpo in uno storico edificio patrimoniale, la cui originaria destinazione d’uso era proprio quella domestica, e interagisce con la natura non standardizzata dello spazio già di per sé narrativo. Assecondando la sua politica espositiva e culturale, anche in questa occasione Casa Masaccio insiste sull’idea di una contiguità semantica tra il percorso espositivo e il contesto architettonico, con una mostra che asseconda le potenzialità del cinema come spazio tridimensionale e come esperienza spaziale oltre che temporale.

Figline Incisa – Antico e contemporaneo si incontrano al Garibaldi: sabato il concerto dell’ORT diretto da Lorenza Borrani. Due sinfonie di Franz Joseph Haydn insieme alle pagine cinquecentesche rilette da Bruno Maderna. Borrani torna nella doppia veste di direttrice e violino solista. Biglietti già in vendita. nel pomeriggio, l’Invito all’ascolto. Il padre della sinfonia, precursore del grande classicismo viennese, al fianco di un irrequieto sperimentatore che ha innovato la composizione novecentesca proprio a partire dallo studio dei testi antichi: contemporaneità e passato si incontrano anche nel terzo appuntamento con la stagione di prosa del Teatro comunale Garibaldi, il concerto di sabato 26 febbraio alle 21 con l’Orchestra della Toscana diretta da Lorenza Borrani nella doppia veste di concertatore e violino solista, in un programma che mette in dialogo due sinfonie di Franz Joseph Haydn con brani da altrettante composizioni di Bruno Maderna.

DOMENICA 27 FEBBRAIO

Terranuova Braciolini – Il Teatro Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini riapre finalmente le porte a tutti i suoi piccoli spettatori con la rassegna Diffusioni KIDS dedicata interamente a loro. Domenica 27 Febbraio alle ore 17:00 andrà in scena lo spettacolo “ESTERINA Centovestiti” della compagnia Burambò. Esterina Centovestiti è un racconto del mondo dell’infanzia visto e raccontato dal vissuto di Lucia Ghibelli. Lucia è una giovane donna che cerca di ricomporre con precisione quei giorni della scuola quando, in quinta elementare, comparve in classe Esterina Gagliardo. L’arrivo di Esterina mette scompiglio nella vita di Lucia e non solo: indossa sempre gli stessi pantaloni, ha il colletto del grembiule stropicciato, se ne sta sempre sola e non è facile comprendere quello che dice. Eppure, come spesso accade, le cose che non si riescono a capire, nel tempo, infine trovano una definizione e finisce che si rivelano fondamentali per la crescita personale di una bambina di dieci anni. Quella di Lucia è una storia che mette in luce le gioie e i dolori, le riflessioni più intime, le domande esistenziali, i perché inspiegabili di quell’età fragile e potente al tempo stesso.Prima dello spettacolo, alle ore 15:00 presso la Biblioteca Culture Condivise (Piazza Le Fornaci) la compagnia Burambò terrà anche un Laboratorio Ludico dal titolo Taraxè – il gioco da tavolo ispirato allo spettacolo Esterina. La partecipazione al laboratorio è gratuita con prenotazione obbligatoria, posti limitati.

San Giovanni Valdarno – Mauro Ferrari nella domenica di San Giovanni Valdarno. Il pioniere delle nanotecnologie applicate alla medicina sarà a Palomar domenica 27 febbraio per raccontare il suo libro “Infinitamente piccolo, infinitamente grande”, introdotto da Vincenzo Lorenzini. Fine settimana all’insegna della scienza e della medicina a San Giovanni Valdarno. Domenica 27 a Palomar, la casa della cultura, ospite d’eccezione per la  rassegna “Le piazze del sapere” promossa dal Comune di San Giovanni Valdarno in collaborazione con Unicoop Firenze – Bibliocoop di San Giovanni Valdarno e Associazione culturale Pandora. Alle 17,30 arriverà il professor Mauro Ferrari. 62 anni, pioniere delle nanotecnologie applicate alla medicina, uno dei più influenti, stimati e importanti scienziati e ricercatori del mondo. Il suo legame con San Giovanni e con il Palagalli nasce dal fatto che, durante gli anni del liceo classico, che frequentava a Firenze dove la famiglia si era trasferita per lavoro, ha giocato nel Galli, ed ha sempre considerato quell’esperienza una tappa fondamentale per la formazione del suo carattere, al punto tale da mantenere sempre, anche quando ormai scienziato affermato in Usa, un rapporto continuativo e speciale con il Galli e con il suo allenatore di allora, Vincenzo Lorenzini.

Articoli correlati