24, Aprile, 2024

IC Masaccio. Una giornata dedicata alla pace e legalità per una scuola accogliente e inclusiva

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

I semi della legalità. Per una scuola accogliente e inclusiva“, evento realizzato e ideato dall’IC Masaccio nella giornata odierna, ha coinvolto studenti, Amministrazione comunale di San Giovanni Valdarno e corpo docenti per veicolare un importante messaggio di pace, legalità e condivisione attraverso diverse attività. 

“I semi della legalità” si è, infatti, articolato in diversi momenti. L’evento è stato aperto dalla classe 3C, che, accompagnati dal professor Andrea Soldani, hanno eseguito l‘Inno alla gioia, sottolineando l’importanza della musica all’interno dell’Istituto. Si è poi proseguito con l’inaugurazione del nuovo Murale realizzato da Lorenzo Bonatti, che ha curato la parte grafica, e Lorenzo Ermini. Il Murale, “Masaccio dal passato al presente, dipingere il futuro“, rappresenta infatti l’artista mentre sta a sua volta dipingendo elementi tecnologici, robotici, di interfaccia software inseriti in un contesto musicale che propone figure dall’aspetto sia digitale sia analogico sistemate in un contesto strumentale. Tutti elementi che trasmettono a pieno le attività svolte all’interno dell’IC Masaccio, anche nella scelta dei colori stessi che riportano alle parete colorate all’interno della scuola.

 

Uno dei momenti più importanti è stato quello riservato all’inaugurazione delle tavole del progetto “Le X tavole della Costituzione”, realizzate dagli studenti della classe 3B assieme alla professoressa Michela Martini e altri docenti. Lo spunto per questo progetto è venuto alla stessa professoressa durante una visita al museo Maxxi di Roma, dove era esposta la scultura di Emilio Isgrò e Mario Botta “Non uccidere”. L’idea di base è rendere eterni e assoluti alcuni articoli della costituzione italiana, che da questa giornata saranno visibili e leggibili all’esterno della scuola. Nel mentre, gli studenti hanno esposto gli articoli e hanno cercato di “attualizzarli” portando un esempio negativo e uno positivo della loro negazione o attuazione.

La giornata si è conclusa con la piantumazione di un “Ulivo della legalità”, sulla scia della giornata del 21 marzo dedicata alle vittime della mafia,  in onore dei due magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino alla presenza di Pierluigi Ermini, rappresentante di Libera Valdarno.

Francesco Dallai Dirigente scolastico IC Masaccio: “Oggi abbiamo voluto mettere insieme vari progetti che però hanno un filo unico: vogliamo cercare di essere una scuola accogliente e inclusiva. La scuola è il luogo dove i ragazzi stanno buona parte della giornata e per cui deve rispettare alcuni criteri, come la bellezza alla vista, colorata. Questo lo abbiamo voluto manifestare proprio all’entrata con il nuovo Murale, pensato e realizzato dagli insegnanti assieme ai due artisti per mettere insieme “Masaccio” e le peculiarità della scuola, come l’indirizzo musicale e la tecnologia. Una scuola inclusiva anche: nella nostra scuole c’è una forte presenza di studenti di altri paesi, ma anche di ragazzi che hanno storie personali particolari. Necessario far conoscere a questi ragazzi che c’è un filo conduttore anche nel nostro paese. Abbiamo quindi rappresentato in dieci tavoli gli articoli della Costituzione, studiati dai ragazzi e attualizzati anche. Infine, dato che ieri era la giornata contro le mafie, abbiamo qui oggi il referente di Libera Valdarno per la piantumazione di ulivo alla memoria dei giudizi Falconi e Borsellino, affinché vi rimanga traccia e sia motivo di riflessione”.

Valentina Vadi Sindaco di San Giovanni Valdarno: “Una mattinata molto importante ed emozionante questa all’IC Masaccio, che da tanti anni porta avanti progetti significativi sui temi della legalità. Hanno inaugurato un murale e delle tavole sulla Costituzione con degli articoli importanti. Un percorso che può presentare un punto di riferimento per i ragazzi. Questa è una scuola in cui tanto spazio viene dato proprio alla costruzione di un senso civico e un essere parte a una comunità collettiva, i valori che imparano qui portano in ogni luogo, dalla famiglia alle associazioni sportive, a tutto quello che sta fuori questo luogo. Un ringraziamento importante va quindi al dirigente scolastico e a tutto il corpo insegnanti, a chi si dedica a sostenere studenti non soltanto fornendo conoscenze dei programmi scolastici, ma sopratutto mira a formare dei cittadini e qui ci riescono in modo importante”.

Articoli correlati