28, Maggio, 2024

Loro Ciuffenna, Francesco Lucacci: “La politica non è un attività per persone improvvisate

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Fratelli d’Italia Arezzo, Francesco Lucacci, sulle amministrative di Loro Ciuffenna, dopo le dichiarazioni di Franco Galletti candidato di “Insieme per il Comune”.

“Chi fa politica da 25 anni con tanta presenza e passione, ha visto meteore e velleità in ogni forma e genere: Galletti non sarà né il primo né l’ultimo dei presunti salvatori della Patria. Scambiare la dialettica politica per rissa, già denota una inesperienza politica imbarazzante. Lo scrivente non solo è politico fiero di quello che fa, ma è anche lorese per genitura, che a Loro Ciuffenna ha imparato a nuotare e tuffarsi, tra il Pozzone e la Steccata e a correre con i carretti per le strade del Fondaccio. Lucacci per parte di padre, ma Livi per parte di madre, nipote di Livi Salvatore, che aveva la bottega di alimentari in via dante Alighieri. Dove fosse il Sig. Galletti non è dato sapere negli ultimi 25 anni, ma non certo a seguire la politica di Loro Ciuffenna. Partecipare ai consigli comunali come uno spettatore, simile a chi guarda i cantieri dei lavori pubblici per la strada, non significa fare politica. Dedicarvisi solo perché si va in pensione dal proprio lavoro, non è certo un buon viatico. Autoconvincersi di non essere un supporto di Moreno Botti, una favola per sprovveduti. Se una cosa non serve in politica è l’autoreferenzialità”.

“Da “mezzo lorese”, credo di avere un minimo di conoscenza di Loro Ciuffenna e delle sue problematiche. Che Galletti possa dare un contributo al paese, questo può essere, ma certamente non al livello di Andrea Rossi. Lo scrivente non ha partecipato a tutti i consigli comunali, ma grazie ai suoi referenti locali e alla sua frequentazione del paese ne conosce i problemi. Citi Galletti una battaglia fatta dai consiglieri di opposizione resa pubblica, un articolo pubblicato, una denuncia fatta sull’operato pessimo del Sindaco Botti che sia stato portato all”attenzione dei cittadini. Stare in consiglio comunale e non trasmettere all’esterno quanto si fa o si dice è pari a non fare assolutamente nulla. Mentre il colonnello Galletti si dedicava ad altro, c’è chi ha lavorato per portare a centro destra in provincia di Arezzo tanti comuni come, nelle recenti tornate elettorali, Laterina Pergine Valdarno e Monte San Savino. Se i comuni della provincia di Arezzo sono governati al 66% da sindaci non del PD, sicuramente non lo si deve a Galletti”.

“Il centro destra negli ultimi due anni in provincia di Arezzo ha deciso di seguire una linea, allargare il campo per mandare all’opposizione il PD e abbandonare le battaglie di bandiera in nome di un interesse comune superiore: l’alternanza al PD. Fratelli d’Italia ha deciso di sostenere candidati non di centro destra in questa ottica Certamente si, ma insieme a Lega, Forza Italia e Noi moderati, cosa di cui Galletti evidentemente non è informato. Il centro destra unito in questa ottica sosterrà nel 2024, insieme a forze poliche anche di csx e civiche, candidati civici di varie estrazioni pur di mandare il PD all’ opposizione: questo accade a Terranuova Bracciolini, a Castelfranco Piandisco’, a Bucine, a Pratovecchio Stia, a Bibbiena e l’elenco continua. Ciò non accade a loro Ciuffenna perché i locali esponenti di Forza Italia non hanno accettato di fare un passo indietro e lasciare campo libero ad un candidato civico che non ha voluto esponenti politici con esperienze pregresse in lista. Detto tutto ciò, faccia pure Galletti la sua corsa, ma almeno si informi prima di parlare”.

 

 

Articoli correlati