27, Giugno, 2022

Felicità a quattro zampe: gestire l’arrivo di un cucciolo in casa e curarlo al meglio

Più lette

In Vetrina

L’arrivo di un cucciolo in casa è un valore aggiunto per tutta la famiglia. Ovviamente necessita di una gestione particolare ed anche una certa preparazione. Non bisogna sottovalutare alcun aspetto e bisogna infatti, imparare a relazionarsi con il proprio piccolo pelosetto. Uno dei consigli fondamentali è quello di preparare un luogo ben circoscritto dove esso possa sentirsi mediamente tranquillo. Bisogna utilizzare un recinto per cuccioli, in quanto se lo si lascerà vagare liberamente per casa il cucciolo commetterà senz’altro falli ed imparerà consuetudini poco gradite.

La ciotola del cibo deve essere fornita inizialmente cinque volte al giorno circa, per una ventina di minuti e poi tolta, così da lasciare abituare il cane ai propri spazi e tempi. L’ultimo pasto serale deve esser dato in modo che il cane possa essere portato fuori a fare i suoi bisogni prima di andare a dormire. Bisogna imparare ad osservare il proprio cucciolo così da riuscire a predire in quale momento ha bisogno di uscire, prestando dunque attenzione a quando annusa in giro e cammina per poi accovacciarsi all’improvviso.

Un cucciolo necessita di un proprio spazio sicuro, per cui specie nei primi giorni, se abbaia o piange, è importante sedersi al suo fianco per mostrargli sicurezza, restando in silenzio; nel momento in cui termina di piangere o lamentarsi, bisogna subito fargli notare che quello è il giusto atteggiamento che deve assumere, anche mediante delle piccole ricompense. Il pasto per un cucciolo di cane è una fase importante a cui educarlo in modo graduale. Basti pensare che appena il cucciolo avverte il solo rumore della ciotola o delle crocchette subito fa festa.

Il marchio Amusi propone cibi per tutte le razze ed età e quindi per una corretta alimentazione per cuccioli di cane, ponendosi così come obbiettivo la salvaguardia del benessere totale del proprio amico peloso. Presta altresì attenzione ai nutrienti necessari che devono essere assunti da ciascun animale domestico, senza dimenticare il gusto.
Per educarlo ad una giusta gestione del momento del pasto, è essenziale intervenire fin da subito, nel momento in cui il pet arriva in casa ancora cucciolo e inizia lo svezzamento a base di cibo solido. Con alcune piccole prontezze, infatti, è possibile rendere il pasto un momento soddisfacente e rilassante per tutti. I cani sono molto metodici proprio come i bambini.

La prima regola è decidere un orario e un luogo fisso per i pasti. Nel corso del tempo poi, si può variare questa abitudine, anche se è altamente consigliabile farlo soltanto dopo qualche mese e solo se strettamente necessario. Un cane in salute mangia fino a quando ha fame e sa quando fermarsi, e dunque non bisogna preoccuparsi se lascia qualcosa.

Articoli correlati