07, Agosto, 2022

Amministrative a Rignano. L’ex consigliere comunale Michele Matrone lancia la proposta di una lista civica vicina al centrodestra

Più lette

In Vetrina

“Dopo anni di assenza di una rappresentanza di centro destra ho deciso di proporre una soluzione nuova, moderata, costruttiva ed aperta per presentare una nuova esperienza per questo appuntamento elettorale”: Michele Matrone, ex consigliere comunale per due legislature, lancia un invito per dare vita in vista delle amministrative ad “una lista civica di cittadini rappresentativi della nostra comunità che abbiano a cuore il territorio, il paese e le sue frazioni. Faccio quindi un appello a tutti, indistintamente- scrive Matrone- per costruire assieme questo progetto che mi auguro possa portare un contributo costruttivo per la nostra comunità.”

“Dopo la mia esperienza in consiglio comunale, durata per ben dieci anni, prima con la giunta di Gianna Magherini e poi con la prima legislatura di Daniele Lorenzini, credo sia giunto il momento di far tornare i cittadini, prima della politica, i veri rappresentanti di se stessi.Il progetto, da me condiviso con alcuni amici, non tende ad escludere con priorità le forze di centro destra ma antepone la volontà dei cittadini rispetto alle linee dei vari partiti che, mi auguro ed auspico, possano comprendere la portata di un’iniziativa che nasce con la gente e per la gente.”

La volontà è quella “di poter avviare un tavolo di confronto con coloro che lo vorranno proponendo, ovviamente e per quanto mi riguarda, un’alternativa al programma del centro sinistra e della sinistra- prosegue Michele Matrone-.Le varie faide a cui abbiamo assistito in questi anni, nell’area della sinistra, non hanno certamente contribuito ad un rafforzamento e crescita della nostra comunità ma hanno alimentato ulteriori divisioni.”

Da qui la disponibilità e l’invito a chi lo vorrà “alla costruzione di un progetto che possa dare a Rignano non solo un Sindaco ma una squadra che lavori con dedizione, impegno ed amore per la propria comunità. Una squadra che possa studiare, proporre e stabilire un programma fattivo e reale per il paese. Un programma che possa portare sviluppo, crescita senza dimenticare i bisogni dei cittadini. Un programma che possa guardare, con occhi nuovi, anche alle fasce deboli della nostra comunità.Ringrazio fin da ora chi vorrà portare il suo contributo a questa iniziativa- termina Matrone- che sia un singolo o singola, che sia un gruppo, che sia un partito, una lista civica, un movimento o un’associazione.”

Articoli correlati