02, Febbraio, 2023

Voucher banda ultra larga: bonus da 500 euro per famiglie residenti nelle ‘aree bianche’. Chi può richiederlo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si tratta di un voucher che viene concesso alle famiglie a basso reddito che abitano in aree montane o comunque disagiate dal punto di vista delle connessioni internet. Tre i comuni del Valdarno in cui si può richiedere: quali sono

Un voucher da 500 euro per famiglie a basso reddito residenti in comuni lontani dalle grandi aree urbane, da spendere sui canoni di abbonamento a servizi di connettività internet e per la fornitura di personal computer o tablet. Il bonus è introdotto dal Piano voucher banda ultra larga messo in atto dal governo nazionale che prende il via oggi, lunedì 9 novembre, e che per la Toscana riguarda molte famiglie di ben 135 comuni, di cui 3 in Valdarno: sono i comuni di Reggello, di Rignano e di Loro Ciuffenna. 

Nelle scorse settimane Infratel Italia, su incarico del Ministero dello Sviluppo economico, ha coordinato con gli operatori telefonici l’avvio della misura: Infratel Italia è una società in-house del Mise e fa parte del gruppo Invitalia. Operativa dal 2005, è il soggetto attuatore dei piani di banda larga ed ultra larga del governo. Il suo obiettivo è intervenire nelle aree a fallimento di mercato attraverso la realizzazione e l’integrazione di infrastrutture a banda larga ed ultra larga azioni, capaci di estendere le opportunità di accesso a internet veloce per cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni. 

“E’ una misura messa in campo dal governo con 5 milioni di euro – ha spiegato l’assessore regionale alle Infrastrutture digitali, Stefano Ciuoffo – per sostenere la possibilità di connettività dei cittadini in aree montane o disagiate, che in termini commerciali vengono definite ‘aree bianche’ dagli operatori del settore e che invece hanno lo stesso diritto ed esigenza di comunicazione delle grandi città. Il contributo è riservato a famiglie con un Isee inferiore a 20mila euro se residenti nei comuni delle aree suddette, che in Toscana sono 135. Il nostro impegno sarà costante, sia nell’interlocuzione con il governo che nei confronti degli operatori. Con questa misura la regione Toscana ha chiesto di intervenire con maggior riguardo verso le periferie, sia territoriali che sociali”.

Come funziona
Il voucher consiste in un sconto del valore massimo di 500 euro sul canone di abbonamento a servizi di connettività internet e per la fornitura di personal computer o tablet. La fornitura del personal computer o del tablet deve essere contestuale e direttamente collegata al contratto per l’attivazione del servizio di connettività. Non è possibile acquistare direttamente personal computer o tablet e poi chiedere che il relativo prezzo sia rimborsato tramite Voucher.

Come ottenere il voucher
Il voucher può essere richiesto dalle famiglie con Isee inferiore ai 20 mila euro e residenti nei comuni della Toscana in aree Interne (in Valdarno, i comuni di Reggello, Rignano e Loro Ciuffenna). Sono esclusi i non residenti. L’elenco completo dei comuni agevolati è riportato anche a questo link. Il beneficiario potrà accedere al voucher attraverso uno degli operatori di telecomunicazioni accreditato, utilizzando gli ordinari canali di vendita messi a disposizione dall’operatore scelto: siti internet, negozi, eccetera. Per ottenere il bonus è necessario sottoscrivere un contratto di durata minima di un anno per l’acquisto o il passaggio da una connessione inferiore ad una connessione con capacità di almeno 30Mbit/s. 

Questo il modulo per presentare domanda.

Qui invece tutte le informazioni in dettaglio. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati