03, Marzo, 2024

Un progetto per favorire dialogo e convivenza tra culture diverse. Iniziativa di Comune di Rignano e associazione La Formica

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si chiama +Dialogo+Conoscenza+Rispetto=PACE, il progetto nato a Rignano nell’ambito delle iniziative cofinanziate dal Consiglio Regionale per la Festa della Toscana: un progetto che vede la collaborazione dell’Amministrazione Comunale con l’associazione La Formica ODV, con l’obiettivo di favorire il dialogo e la convivenza tra culture diverse, all’insegna del rispetto degli individui. In particolare saranno coinvolte due comunità straniere che risiedono a Rignano, quella dello Sri Lanka e quella dell’Albania. L’idea è scaturita proprio dal tema della Festa della Toscana, edizione 2023, dedicata al motto “I Care” e alla figura di Don Milani.

Come noto, Rignano da molti anni organizza annualmente una “Festa dei Popoli” promossa dall’Associazione La Formica ODV, un evento che dura circa tre giorni con dibattiti, stand gastronomici e spettacoli, per uno scambio culturale tra le diverse comunità straniere e che coinvolge anche molte istituzioni, amministrazioni e associazioni dei comuni limitrofi. Con il progetto +Dialogo+Conoscenza+Rispetto=PACE si arricchisce il percorso per arrivare a questo evento, con due momenti dedicati a due comunità straniere che risiedono a Rignano, scoprire la loro cultura, usanze e modi di vivere, nonché gli aspetti folkloristici, musicali e culinari.

“L’intento – afferma il Presidente de La Formica ODV – è quello di promuovere atteggiamenti, valori e pratiche che portano ad uno stile di vita caratterizzato dall’apertura agli altri e al rispetto, essenziale per dare vita a un mondo fraterno, composto da differenze che coesistono integrandosi, arricchendosi e illuminandosi a vicenda.”

Gli incontri si svolgeranno il 17 febbraio e il 16 marzo, il primo con la comunità dello Sri Lanka, il secondo con quella albanese. Entrambi gli eventi si svolgeranno nel Centro Pastorale Carlo Acutis e saranno organizzati da membri della comunità, volontari de La Formica. Saranno inoltre coinvolti attivamente i giovani della Consulta Giovani e delle comunità che insieme organizzeranno la parte culturale. Gli incontri saranno occasioni per riflettere anche sui conflitti di oggi e lanciare ai giovani un messaggio di pace.

“Il progetto che abbiano condiviso con La Formica – afferma la Vicesindaco Federica Morandi – è importate per rafforzare i legami tra la cittadinanza per far sì che la comunità sia sempre più una comunità aperta al confronto e all’accoglienza di nuove e diverse culture , per arricchire il nostro patrimonio di conoscenza e fare crescere la cultura del rispetto e della pacifica convivenza”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati