22, Aprile, 2024

Studenti a Pian d’Albero con l’Anpi per ricordare l’eccidio del giugno 1944

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Un momento di riflessione e conoscenza, una uscita scolastica che è soprattutto occasione per un esercizio di memoria: è l’esperienza che hanno fatto ieri a Pian d’Albero gli studenti valdarnesi del Vasari di Figline,  insieme all’Anpi sezione di Figline e Incisa Aronne Cavicchi. A partecipare, insieme ai loro docenti, sono stati i ragazzi delle classi 5 BLA, indirizzo Liceo scientifico opzione scienze applicate; 4ATC, indirizzo CAT-Costruzioni, Ambiente e Territorio; 4APT, indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria. Presente anche l’assessore Dario Picchioni del comune di Figline e Incisa.

Il casolare di Pian d’Albero, sulle colline figlinesi, fu teatro di un eccidio terribile nel giugno del 1944. Qui la famiglia Cavicchi aveva accolto decine di giovani che avevano appena deciso di unirsi alla lotta di liberazione partigiana. Trovati dalle truppe nazifasciste, sotto i colpi dei fucili morirono 39 persone, tra cui il dodicenne Aronne Cavicchi, ucciso insieme al padre e al nonno.

“Questa uscita – ha detto Marianna Sorelli, dell’Anpi di Figline e Incisa – è stata una grande occasione per i giovani ragazzi per conoscere più da vicino realtà storiche locali, per riflettere sul presente tramite lo studio delle violenze del passato”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati