28, Giugno, 2022

Si spacciano per addetti Asl per vendere presidi medici alle aziende edili: casi segnalati in Valdarno

Più lette

In Vetrina

Alle ditte arrivano telefonate da un presunto medico Asl, che invita a prendere appuntamento con un’addetta alla vendita di cassette di pronto soccorso e materiali per le pulizie. Solo che non sono incaricati dall’Azienda sanitaria. Il caso è stato segnalato alla Asl8

Finti incaricati Asl che si presentano alle ditte edili per vendere presidi medici come cassette di pronto soccorso o materiali per le pulizie in cantiere. Episodi che si sono verificati in Valdarno, e che sono stati segnalati alla stessa Asl8.

Tutto parte da una telefonata, da un presunto centralino dell'Azienda sanitaria, durante la quale un dottore raccomanda al titolare della ditta in questione un'addetta alla vendita di presidi medici per le aziende, con cui è possibile prendere un appuntamento. 

All'appuntamento, però, di fronte alla richiesta di esibire un tesserino di riconoscimento che certifichi di trattarsi davvero di incaricato Asl, la persona in questione non è in grado di fornirlo. Anzi, di fronte a richieste più pressanti, in un caso se l'è data letteralmente a gambe. 

Una volta contattata, dopo l'episodio, la Asl8 ha assicurato che non solo quella telefonata non è partita da loro uffici, e che quelle persone non sono incaricate Asl, ma anche che, ovviamente, non potrebbero mai fare chiamate indicando un referente per gli acquisti alle ditte. 
 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati