07, Ottobre, 2022

Scuola dell’infanzia Italo Calvino: installati altri giochi inclusivi. Il sindaco: “Andremo avanti con nuove installazioni”

Più lette

In Vetrina

Inaugurato lo scivolo nel giardino della Italo Calvino. Il sindaco: “La nostra volontà è quella di procedere con un piano complessivo di abbattimento delle barriere architettoniche, e gradualmente installare giochi inclusivi, sia all’interno del parco pubblico attrezzato Tiziano Terzani, sia nelle aree gioco presenti sul territorio comunale”.

A distanza di quasi un anno dalla prima installazione l'amministrazione comunale di Terranuova ha collocato nuovi giochi inclusivi nel giardino della scuola dell'infanzia Italo Calvino. Si tratta di uno scivolo che può essere usato da tutti i bambini, con o senza disabilità. Ha una pedana quadrata che consente di accedere in autonomia e sicurezza anche in condizione di ridotte capacità motorie. L’installazione poggia su un percorso pavimentato in gomma colata, ovvero la gomma antitrauma utilizzata negli spazi dedicati ai bambini. Il sindaco Sergio Chienni: "Adesso metà dell’area giochi esterna alla scuola è totalmente accessibile ai bambini diversamente abili. Andremo avanti con nuove installazioni”.

La scuola dell'infanzia di Terranuova è stata costruita con materiali naturali, è stata inaugurata l'11 settembre 2011 e oggi ospita 250 bambini. I primi giochi alla Italo Calvino sono stati installati nell'ottobre dell'anno scorso.“Ad ottobre dell’anno scorso ce lo eravamo ripromesso ed oggi consegniamo altri giochi inclusivi nell’area ludica della scuola Italo Calvino. Passo dopo passo vogliamo abbattere le barriere architettoniche nelle aree giochi del nostro territorio e ci piace farlo partendo dalla scuola, in luogo più importante per la formazione e la socializzazione dei bambini”.

Una decisione importante quella dell'amministrazione comunale di Terranuova di dotare la scuola di giochi anche per bambini diversamente abili. Nel marzo scorso il Comune ha ricevuto una menzione speciale al concorso #BuonePraticheNetwork promosso da Anci Toscana per raccogliere le migliori esperienze realizzate dalle amministrazioni comunali della Regione.

“Con questo ulteriore intervento – ha detto il Sindaco Chienni – abbiamo reso metà dell’area ludica della scuola completamente fruibile attraverso giochi inclusivi. Per l’amministrazione si è trattato di un investimento di circa 20 mila euro che ha il grande merito di creare occasioni di gioco condiviso tra tutti i bambini”.

“La nostra volontà – conclude il primo cittadino – è quella di procedere con un piano complessivo di abbattimento delle barriere architettoniche, e gradualmente installare giochi inclusivi, sia all’interno del parco pubblico attrezzato Tiziano Terzani, sia nelle aree gioco presenti sul territorio comunale”.

 

Particolarmente felice dell'arrivo di questo nuovo gioco la mamma di Francesco: il bambino finalmente potrà giocare insieme agli altri. "Grazie all'amministrazione comunale che ha accolto le nostre richieste, come associazione e come genitori".

 

Articoli correlati