05, Febbraio, 2023

Scuola Da Vinci, Fratelli d’Italia: “Sconcertati dall’annuncio di un milione di euro in più per l’adeguamento sismico”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

L’Amministrazione comunale di Figline Incisa ha annunciato lo stanziamento di oltre un milione di euro in più, rispetto alla cifra già decisa, per l’adeguamento sismico della scuola Leonardo Da Vinci, Enrico Venturi, responsabile FdI Figline Incisa, Valentina Trambusti, responsabile FdI Valdarno Fiorentino e Giorgia Arcamone, Consigliera capogruppo FdI Figline Incisa intervengono.

“Siamo sconcertati dalla naturalezza con cui la Sindaca ha annunciato che a causa di ulteriori accertamenti si spenderà un milione di euro in più per gli adeguamenti sismici della scuola Leonardo Da Vinci e che quindi il termine della consegna dei lavori slitterà a fine anno. Ci domandiamo infatti come sia possibile che dopo un anno l’Amministrazione “si svegli” dichiarando la necessità di interventi più importanti proprio sull’adeguamento sismico della scuola che è il motivo stesso della sua chiusura. Questi ulteriori fondi, peraltro, non copriranno neanche i costi necessari per rendere di nuovo agibile la palestra. È chiaro pertanto che la Giunta in quest’ultimo periodo non ha lavorato o non ha lavorato seriamente per la messa in sicurezza della scuola dando false speranze sui tempi a famiglie e studenti che, ricordiamo, stanno vivendo la loro prima esperienza scolastica in dei container”.

“Secondo infatti le dichiarazioni fatte negli incontri svoltisi nei mesi estivi il progetto era già pronto e la gara si sarebbe dovuta concludere entro fine 2022 per permettere agli studenti di rientrare nella loro scuola per l’anno scolastico 23/24. Adesso invece si parla di gennaio 2024 e viste le tempistiche del precedenti lavori pubblici portati avanti da questa amministrazione nutriamo forti dubbi che possano essere rispettate. Uno dei più grandi e pesanti fallimenti politici di questa Amministrazione. In particolare del PD che per l’adeguamento sismico delle Scuole ha avuto anche a disposizione più di 18 milioni di euro di contributi provenienti dalla fusione del Comune di Figline con Incisa ma anche del Vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici della Lista Civica di Maggioranza Per Figline Incisa, evidentemente più propenso agli spot elettorali che a trovare soluzioni adeguate”.

 

 

Articoli correlati