04, Febbraio, 2023

Scuola Da Vinci: un milione di euro in più per l’adeguamento sismico. A fine mese la gara d’appalto, a marzo il cantiere

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

L’Amministrazione comunale di Figline Incisa ha stanziato un milione e 300mila euro in più per la scuola media da Vinci, attualmente ospitata dall’Oratorio Don Bosco in alcune delle sue aule interne e in moduli prefabbricati posizionati nel suo campo sportivo. La cifra, in aggiunta ai circa 2,5 milioni di euro (di cui 1,4 finanziati con fondi PNRR) già previsti, consentirà di realizzare ulteriori interventi di efficientamento energetico e di raggiungere livelli ottimali di sicurezza sismica (adeguamento sismico). La decisione è stata comunicata oggi al Consiglio d’istituto che, in via straordinaria, si è tenuto in municipio. A fine mese la gara d’appalto, a marzo l’apertura del cantiere. 

Il sindaco Giulia Mugnai spiega: “L’intervento di adeguamento statico e di riqualificazione dell’immobile su cui abbiamo lavorato negli ultimi mesi portava già di per sé ad un miglioramento sismico, che avrebbe consentito di velocizzare le procedure di avvio dei lavori e il cantiere stesso. Tuttavia, grazie al grado di approfondimento e avanzamento della progettazione al quale siamo arrivati, i tecnici incaricati ci hanno segnalato l’opportunità di prevedere ulteriori interventi, con l’obiettivo di aumentare la sicurezza dell’edificio e incrementarne l’efficientamento energetico. Questi interventi ci porteranno ad avere una scuola completamente rinnovata, funzionale e sicura, anche se richiedono tre mesi in più di cantiere. Per questo motivo, anziché a settembre, il cantiere sarà ultimato a dicembre, in modo da ritornare nel plesso di via Garibaldi della Da Vinci da gennaio 2024”.

I lavori riguarderanno sia la parte strutturale dell’edificio che gli impianti, in modo da ottenerne anche l’efficientamento energetico e risparmiare sui consumi. Gli interventi, infatti, verranno realizzati sulla muratura perimetrale, sui pavimenti, sulle finiture, sull’adeguamento della struttura agli attuali requisiti acustici (così da garantire l’insonorizzazione degli spazi), sui servizi igienici (che saranno completamente rifatti), saranno sostituiti gli infissi interni ed esterni e tutti gli impianti, compreso quello di riscaldamento e di illuminazione, che consentirà sia un risparmio energetico sia un’ottimizzazione della luminosità nelle aule. Inoltre, sarà realizzato il cappotto termico in copertura, sarà installato un impianto fotovoltaico (20 kw di potenza) e l’edificio sarà adeguamento alle più recenti normative antincendio.

L’approvazione del progetto esecutivo avverrà entro il 31 gennaio. A seguire verranno avviate le procedure per affidare la gara d’appalto, che consentirà di far partire i lavori a marzo e di concluderli a fine anno.

“Infine, già per questo anno scolastico stiamo continuando a lavorare per migliorare ulteriormente la collocazione provvisoria della scuola – continua l’assessora all’Istruzione, Francesca Farini-. In particolare, grazie alla convenzione con il Circolo Arci Rinascita potranno riprendere i corsi di italiano per stranieri promossi dal Centro Provinciale per L’Istruzione degli Adulti mentre, grazie alla collaborazione con l’Istituto Vasari, potranno continuare i suoi corsi di formazione per adulti. Quanto agli studenti delle scuole medie, per consentire un migliore svolgimento delle lezioni di educazione fisica, abbiamo finanziato il progetto “Conoscere il Judo” in collaborazione con la ASD Judo, che ha messo a disposizione della scuola la sua palestra situata in via Verdi, a pochi passi dall’attuale collocazione della Don Bosco. Collocazione che, grazie alla disponibilità dell’Oratorio, confermeremo, apportando ulteriori migliorie, fino al termine dei lavori”.

Articoli correlati