03, Luglio, 2022

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

Scout al lavoro: ripulito il sottopasso ferroviario della Basilica. Con i ragazzi anche l’assessore Corsi

Più lette

In Vetrina

Il 19 aprile hanno iniziato con le golene dell’Arno. Adesso sono passati al sottopasso ferroviario dal lato di via Vetri Vecchi. I ragazzi del gruppo Scout di San Giovanni in collaborazione con l’assessorato al decoro urbano e manutenzioni hanno ridipinto la rampa di accesso. Pulito anche il parcheggio

Armati di vernice, pennelli e soprattutto di tanta volontà i ragazzi del gruppo Scout di San Giovanni si sono ritrovati in via Vetri Vecchi per ripulire il sorropasso ferroviario della Basilica. L'iniziativa è stata proposta dall'Agesci comitato regionale toscano per migliorare il territorio. L'assessorato alla manutezione e al decoro urbano di San Giovanni l'ha accolta positivamente e ha fornito il materiale per realizzarla. Due erano gli appuntamenti: uno il 19 aprile lungo le golene dell'Arno per la pulizia dell'area della nuova pineta e l'altro il 2 maggio in via Vetri Vecchi. 

I ragazzi del gruppo Scout hanno ridipinto tutta la rampa che porta al sottopasso della Basilica da tempo imbrattata con scritte e disegni. All'esterno e nel parcheggio è stata tagliata l'erba.

Sul posto insieme agli Scout era presente anche l'assessore David Corsi:
"Come Assessore con deleghe riguardanti il decoro urbano sono orgoglioso di poter collaborare con gli Scout in questa bellissima iniziativa. Confermo la piena disponibilità del Comune ad incentivare e a coadiuvare qualsiasi iniziativa che vada nella direzione del miglioramento del decoro cittadino e auspico che presto possa nascere anche a San Giovanni un'associazione tra cittadini che partecipi con noi per affrontare le tante piccole questioni riguardanti la manutenzione della nostra città. L'educazione civica, però, in tal senso non è secondaria. Se c'è necessità di intervenire è perché non c'è rispetto sulla proprietà o sulle aree pubbliche. Quindi mi sento anche in dovere di richiamare i cittadini ad un comportamento più corretto e soprattutto a denunciare o correggere in fragranza d'atto, i comportamenti inadeguati. Solo un forte senso civico diffuso – conclude l'Assessore – ci può far fare quel salto culturale che in molte altre nazioni europee è già stato realizzato di: rispetto degli spazi comuni e della nostra bellissima città".

Soddisfatti i ragazzi: perchè se ci sono giovani che non si curano del patrimonio pubblico imbrattandolo e sporcandolo ve ne sono tanti altri che invece trascorrono il sabato pomeriggio per risistemare e far tornare fruibile nel migliore dei modi quello stesso patrimonio.

 

Articoli correlati