28, Giugno, 2022

Salta la cena di Natale della Croce Rossa di Incisa e allora l’associazione dona un defibrillatore alla comunità

Più lette

In Vetrina

Le misure anti-Covid hanno costretto i volontari a rinunciare alla tradizionale cena conviviale: per questo i fondi destinati all’evento sono stati impegnati per acquistare un nuovo defibrillatore

La comunità di Incisa ha ora un nuovo defibrillatore a disposizione: è un dono della Croce Rossa locale, che ha deciso di investire così i soldi che erano stati destinati alla tradizionale cena di Natale per i volontari e gli operatori, che però non si è potuta svolgere per via delle misure anti-Covid.

"Abbiamo pensato – spiega il Presidente della Cri di Incisa, Giovanni Paolo Foderaro – di utilizzare quei soldi per un dono che fosse utile a tutta la comunità incisa. Abbiamo deciso così di installare un defibrillatore proprio nei pressi della nostra sede: gli altri due presenti a Incisa sono infatti distanti, uno nel palazzo comunale e uno al distretto sanitario. Ora dunque ce ne sarà uno proprio in mezzo alla piazza dove si svolgono molte delle iniziative principali". 

Sono stati in particolare i consiglieri della Cri incisana, Manuela Bissaro e Leonardo Luchini, che hanno promosso e voluto fortemente questa donazione. "Nonostante la pandemia e tutta questa complicata situazione, noi ci siamo sempre – sottolineano dalla Croce Rossa – e non dimentichiamo quanto sia importante anche la questione della defibrillazione per intervenire in tempo e salvare vite". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati