27, Luglio, 2021

Rubano in un appartamento in Valdisieve e vengono rintracciate ed arrestate nel comune di Reggello

Più lette

Rubano in un appartamento dei Villini, nel comune di Pontassieve, ma vengono inseguite, rintracciate ed arrestate, in flagranza di reato per furto aggravato in abitazione in concorso, dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia locale, in località Sociana, nel comune di Reggello. Si tratta di due donne nomadi, di 34 e 25 anni, domiciliate a Roma.

Nel corso di un servizio sul territorio i carabinieri della compagnia di Pontassieve hanno notato le due donne, in avanzato stato di gravidanza e conosciute perchè già denunciate nei mesi scorsi per fatti analoghi, uscire da un condominio della zona dei Villini e, con passo spedito, raggiungere una macchina parcheggiata poco distante ed imboccare la SR 69 in direzione Figline. Dopo averle inseguite per alcuni km, notato il cambio di andatura della conducente, che ha accelerato e fatto alcuni sorpassi azzardati forse perché si era accorta di essere seguita, i carabinieri hanno bloccato l’auto in località Sociana del Comune di Reggello.

La perquisizione all’auto ha permesso di ritrovare alcuni attrezzi atti allo scasso, occultati sotto la tappezzeria. Contemporaneamente altri carabinieri hanno controllato le abitazioni del condominio “visitato” dalle donne, accertando che la porta di un appartamento ai piani alti era stata forzata. E’ stato così scoperto un furto di oggetti di valore di circa 1000 euro di cui le due donne si sono liberate durante la fuga: la refurtiva al momento non è stata ritrovata.

Per le nomadi, entrambe colpite da numerosi precedenti specifici e svariati alias, si sono così aperte le porte del carcere di Sollicciano, in attesa del rito direttissimo. L’autovettura utilizzata è stata sequestrata in esecuzione di un Decreto emesso dalla Procura della Repubblica di Firenze lo scorso 14 giugno a seguito di un furto in abitazione perpetrato a Signa alla fine del mese di maggio.

Articoli correlati