09, Agosto, 2022

Ritardano ancora i lavori a borri e torrenti. Cresce San Giovanni presenta una mozione. “Fate slittare i prossimi pagamenti”

Più lette

In Vetrina

La sistemazione dei corsi d’acqua sarebbe dovuta iniziare entro il mese di novembre sulla base dell’accordo tra il comune e il Consorzio di Bonifica Alto Valdarno. Mario Marziali di Cresce San Giovanni presenta una mozione in consiglio comunale e impegna il sindaco “Ad attivarsi, al fine di far slittare i prossimi avvisi di pagamento ai cittadini sangiovannesi, a far data gennaio 2016, in quanto i lavori previsti e pagati in quest’anno solare slitteranno al prossimo gennaio”

I cittadini hanno già pagato il Consorzio di Bonifica per lavori che invece ancora non sono iniziati: i prossimi pagamenti, quindi, dovrebbero slittare al gennaio 2016. In sintesi è quello che Mario Marziali di Cresce San Giovanni chiede al sindaco e alla giunta con la mozione che verrà presentata nel prossimo consiglio comunale.

Gli interventi per la pulizia e la manutenzione dei borri e dei torrenti sarebbero dovuti iniziare entro il mese di novembre sulla scia dell'accordo siglato tra il comune di San Giovanni e il Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno. Ma sono slittati ancora perchè la giunta dell'Unione dei comuni del Pratomagno non ha firmato il progetto esecutivo. I bollettini però per il 2014 sono arrivati e sono stati già pagati dai cittadini.

Dopo le due interpellanze del 30 ottobre e del 28 novembre il gruppo Cresce San Giovanni torna sull'argomento sottolineando anche che i cittadini hanno pagato due rate nel 2014, una delle quali per le competenze 2013: 

"Sono stati imposti ai cittadini del comune 122.808 euro, con data scadenza 31.10.2014 ma che risulterebbero il doppio con quelli messi a ruolo con scadenza 31.01.2014 competenza 2013 (due rate nell’anno)", ma "la Giunta dell'Unione dei comuni del Pratomagno, composta da Castelfranco Piandiscò, Loro Ciuffenna e Castiglion Fibocchi, non ha ancora firmato il progetto esecutivo degli interventi da realizzare".

Cresce San Giovanni ricorda inoltre che:

"Il Sindaco ha il dovere e l’obbligo in propria autonomia di vigilare e valutarne le ricadute sul proprio territorio, sulle imposizioni di tasse e canoni di enti terzi ai cittadini del proprio comune, senza attendere segnalazioni e interpellanze da parte dell’opposizione", "i finanziamenti pubblici erogati da Regione Toscana per 348.000 euro vanno a finanziare opere già eseguite solo nei comuni di Terranuova Bracciolini e Bucine" e "nel 2014 la spesa per lavori di bonifica e regimazione di borri e torrenti, ammonterebbero soltanto a 10.309 euro".

Per questi motivi il gruppo consiliare chiede alla giunta e al sindaco di far slittare i prossimi avvisi di pagamento al gennaio 2016 visto che i lavori previsti e pagati in quest'anno inizieranno ormai nel prossimo mese di gennaio.

 

Articoli correlati