26, Novembre, 2022

Ripartito il progetto “l’acqua del sindaco nelle scuole”, consegnate le borracce ai bambini delle classi prime

Più lette

In Vetrina

Sono state consegnate ieri mattina, a tutti i bambini delle prime classi elementari del Comune di Reggello, le borracce del progetto “L’acqua del Sindaco arriva nelle scuole”. Un’iniziativa che non si è fermata neppure nei difficili anni della pandemia e che, a maggior ragione, è ritornata anche quest’anno. Una consegna a cui hanno preso parte, tra gli altri, Piero Giunti, Sindaco di Reggello, Adele Bartolini, Assessora all’Istruzione del Comune di Reggello, e Eva Carrai, consigliera di Publiacqua.

“È stata una bellissima mattinata – ha commentato l’assessora Bartolini – nella quale, insieme alla Consigliera d’Amministrazione Eva Carrai di Publiacqua ed alla Dirigente Scolastica Patrizia Giorgi abbiamo consegnato le borracce con il logo del Comune ai nostri bimbi e bimbe delle classi prime delle primarie. Un gesto importante di sensibilizzazione verso la cura dell’ambiente che da qualche anno portiamo avanti e per il quale ringraziamo vivamente Publiacqua. I bimbi e le bimbe si sono dimostrati molto contenti di ricevere questo regalo ma soprattutto ci hanno dimostrato di conoscere molto bene l’importanza di ridurre la plastica e l’amore che hanno verso la natura e gli animali che la vivono.”

“Con Publiacqua – ha ricordato il sindaco Giunti – è stato intrapreso un percorso condiviso e ringrazio la società per averlo rinnovato anche quest’anno. Due gli obiettivi che continuiamo a perseguire nella nostra comunità: ridurre l’uso della plastica monouso e promuovere una maggiore sensibilizzazione verso la tutela dell’ambiente, a partire dai più giovani. Inizia da qui un processo di cambiamento che mette al centro l’uso consapevole delle risorse ambientali.”

“Come ogni anno – ha concluso Carrai – siamo a fianco dei ragazzi e delle loro famiglie. Il nostro progetto non si è mai fermato, neppure in tempo di pandemia, perché ci teniamo particolarmente ad essere a fianco dei più giovani nell’avvio di quella grande avventura di crescita che rappresenta la scuola. Il nostro è un piccolo dono ma ricco di significato. La nostra borraccia è infatti un simbolo di rispetto dell’ambiente del pianeta ed i bambini a cui la doniamo sono il nostro futuro”.

Per l’anno scolastico in corso Publiacqua ha distribuito a Reggello 150 nuove borracce dotate del tappo tradizionale ma anche di un tappo antigoccia. Queste vanno ad aggiungersi alle borracce donate nei tre anni passati (170 nel 2019, 170 nel 2020 e 170 nel 2021) ed a quelle che gli altri Comuni del territorio stanno anch’essi distribuendo per l’anno scolastico in corso. La borraccia viene consegnata per bere l’acqua del rubinetto. Non deve essere messa in congelatore, in lavastoviglie, nel microonde o a contatto con la fiamma del fornello. Deve essere lavata almeno una volta al giorno. Per farlo è sufficiente utilizzare acqua e normale detersivo da piatti (non contenente acidi come ad esempio il limone). L’interno delle borracce è in alluminio, un materiale destinato al contatto con alimenti.

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati