19, Agosto, 2022

Rignano, al via una raccolta di materiali e beni di prima necessità per la popolazione ucraina

Più lette

In Vetrina

Da Rignano parte una campagna di aiuti per l’Ucraina. Dopo un incontro fra amministrazione comunale e associazioni del territorio è stato deciso di dare vita ad un coordinamento per le attività di raccolta.

Da martedì 8 marzo il Comitato di Rignano sull’Arno della CRI, in collaborazione con Auser, Arci Caccia, Banco Alimentare, La Formica Onlus, Notte di Note, Parrocchia di Rignano, Progetto Chernobyl, Scout Rignano, VAB e tutte le associazioni che aderiranno, mette a disposizione la “Sala Martinelli” nella galleria di Piazza 25 Aprile per dare sostegno ai cittadini ucraini attraverso una raccolta destinata alle necessità e ai bisogni più urgenti della popolazione.

Nello specifico vengono raccolti i seguenti beni:

 prodotti alimentari di lunga conservazione: pasta, sugo, riso, legumi, carne, tonno ed altri prodotti in scatolette, olio di olive e di girasole. Alimentazione (omogenizzati, frutta secca…), barrette energetiche, latte in polvere (per neonati e adulti) e i pannolini per i bambini.
 Farmaci: emostatici, antidolorifici, anticoagulanti, antistaminici, antinfiammatori, antipiretici. VAC apparecchi e ricambi; kit per sutura e per il trattamento delle ferite (primo soccorso); bisturi monouso sterili, ghiaccio istantaneo, acqua ossigenata, disinfettanti (presidi medico chirurgici) e per le mani; benda (coesiva, orlata, elastica, oculare, all’ossido di zinco), compressa garza 16 strati sterile 10×10 e compresse TNT sterili e non sterili; medicazione sterile; cerottini sutura, guanti monouso e chirurgici sterili; sapone liquido. I pannoloni per gli adulti.
Prodotti per l’igiene: bagnoschiuma, shampoo, sapone liquido per le mani, assorbenti, detersivi liquidi per la lavatrice e per la pulizia.

Per il buon esito della raccolta le aziende del territorio, e chiunque ne abbia disponibilità, arriva anche  l’invito a donare cartoni per l’imballaggio dei beni da inviare in Ucraina. Lo spazio rimarrà aperto al pubblico, indicativamente, nei giorni di martedì e giovedì 18-21, sabato 9-12.

Articoli correlati