20, Luglio, 2024

Reggello e Rignano passano alla gestione associata del sociale con l’Unione di Valdarno e Valdisieve

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

La novità approvata dal Consiglio dell’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve mediante una modifica dello statuto, che allunga anche la presidenza (a turno tra i sindaci dei comuni associati) da sei mesi a due anni e mezzo

Anche Reggello e Rignano, che finora ne erano rimasti fuori, entreranno nella gestione associata dei servizi sociali attraverso l'Unione dei comuni Valdarno Valdisieve. Una modifica approvata dal Consiglio, che si è riunito lunedì, e che ha apportato significativi cambiamenti anche allo statuto. 

Tra le altre delibere, anche l'incremento dei dipendenti da 30 a 90, un aumento dovuto al fatto che i piccoli comuni di Londa e San Godenzo dovranno svolgere in forma associata tutte le loro funzioni fondamentali, e lo faranno proprio tramite l’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve che quindi ne assorbirà anche i dipendenti. Questa scelta prevede anche di rafforzare ed incrementare le altre gestioni associate che coinvolgono anche gli altri 5 comuni dell’Unione. Fra le più importanti ci sarà quella relativa al sociale, appunto, che sarà gestita direttamente dall’Unione e vedrà entrare anche i due comuni che ancora non ne facevano parte: Reggello e Rignano.

Parte delle gestioni associate gestite dall’Unione troveranno anche una nuova sede, l’edificio ex tribunale di Pontassieve nella centralissima via Tanzini.

La seconda importante modifica riguarda la durata in carica del Presidente dell’Unione che passerà da sei mesi a due anni e mezzo, metà legislatura. “E’ una svolta storica per l’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve – spiega l’attuale presidente Aleandro Murras, sindaco di Londa – prima di tutto perché si passa da 30 a 90 dipendenti, grazie anche ad un importante accordo sindacale che prevede modalità di trasferimento e salvaguardie. Inoltre, per quanto riguarda le gestioni associate l’obbiettivo è quello di incrementare e migliorare i servizi per i cittadini, riuscendo anche a risparmiare”.
 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati