16, Agosto, 2022

Questione mercato settimanale, il PD: “Ennesima giravolta, manca la progettualità”. Valdarno Centro: “Vicenda gestita male”

Più lette

In Vetrina

L’annuncio che il mercato settimanale rimarrà in piazza della Repubblica e non tornerà in centro storico ha suscitato le reazioni dei gruppi consiliari. Ad attaccare l’Amministrazione per la mancata progettualità sul tema sono i consiglieri del Partito Democratico Bertini, Cuzzoni, Baldetti e Rossetti: “Rimaniamo sconcertati dall’ennesima giravolta dell’Amministrazione Comunale di Montevarchi. Il mercato rimane dov’è dopo mesi di discussioni e di annunci spesso contrastanti tra loro che hanno generato non poche frizioni tra ambulanti, commercianti del centro storico e cittadini, creando confusione e disagi tra la comunità. Difatti non pochi cittadini ci hanno contattato chiedendoci informazioni a riguardo, informazioni che spesso non potevamo dare, proprio perché esclusi da ogni sede decisionale, prova dei modi arroganti di questa giunta, che escludendoci dalla discussione esclude anche i cittadini che rappresentiamo in consiglio comunale”-

“Non si può cambiare idea 5 volte nel giro di 3 mesi, è sintomo di un deficit nella gestione dell’amministrazione comunale – attacca il gruppo del PD – la Giunta era a conoscenza che servisse un piano di sicurezza. Perché non è stato fatto in questi mesi? Perché non è stata fatta prima la valutazione e poi l’annuncio del cambio di sede? Il mercatino rionale non può essere certo la soluzione a questa storia, tantomeno l’estensione dell’orario di apertura al traffico fino alle 21 in Via Roma, che ben poco c’entra con la valorizzazione del centro storico. Oggi finalmente, dopo mesi di richieste, ascolteremo dal vivo, in commissione, le associazioni coinvolte, anche se ormai è chiara una vera e propria mancanza di progettualità amministrativa per questa città, aldilà dei continui annunci”.

Critiche sulle modalità con cui è stata gestita la questione arrivano dal gruppo Valdarno Centro con la consigliera Chiara Masini, che tra l’altro ricorda di aver presentato un’interrogazione sul tema della sicurezza nell’ubicazione del mercato del giovedì a Montevarchi già durante il consiglio comunale del 28 aprile. “Non condivido il modo in cui è stata gestita la vicenda del mercato – sintetizza la consigliera Masini – prima di fare l’annuncio ad aprile che il mercato tornava in centro sarebbe stato opportuno avere la relazione sulla sicurezza pronta con il relativo nulla osta dei vigili del fuoco. Inoltre sarebbe stato maggior rispetto istituzionale comunicare il cambiamento di posizione del mercato prima in Consiglio Comunale, che è la sede preposta alla votazione della delibera sull’ubicazione del mercato, e dopo ai mezzi di comunicazione.”

“A giugno ho saputo – aggiunge la capogruppo di Valdarno Centro – che l’associazione di categoria Ass. Idea aveva mandato a maggio pec all’ufficio protocollo del comune di Montevarchi indirizzate a diverse persone tra cui per conoscenza ai consiglieri comunali, purtroppo queste pec con argomento mercato non ci sono state inoltrate subito, a giugno ho dovuto insistere e chiederle mostrando il numero di protocollo affinché dopo oltre un mese ci fossero inviate”. Come capogruppo di Valdarno Centro, Masini si dice vicina ai cittadini e alle esigenze delle parti sociali nelle loro richieste di partecipazione alle decisioni amministrative: “Sono stata il primo consigliere comunale il 7 giugno a scrivere al presidente della commissione attività produttive Lorenzo Becattini per chiedere la convocazione della commissione sul mercato alla presenza delle categorie economiche, poi tale richiesta è stata fatta anche dai colleghi di minoranza”. Tale commissione sul mercato con la presenza delle categorie sociali è prevista per oggi 29 giugno, “questo dopo la decisione già presa: andava convocata prima questa commissione se si voleva davvero coinvolgere i consiglieri comunali e i cittadini”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati