13, Luglio, 2024

Progetto Erasmus Plus: a Bucine la settimana europea con le delegazioni di docenti e alunni

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Questa settimana è Bucine il riferimento per il progetto europeo Erasmus Plus: mercoledì mattina nel plesso del capoluogo l’accoglienza per le delegazioni provenienti da Romania, Francia, Grecia e Polonia

"Per una settimana Bucine diventa europea con il completamento di questa fase del progetto di inclusione scolastica". Così il Dirigente scolastico Nicoletta Bellugi dell'Istituto Compensivo di Bucine ha presentato il programma dei prossimi giorni all'interno del progetto europeo Erasmus Plus sul tema 'Access to school for everyone' e dell'inclusione scolastica.

Fino a lunedì, infatti, l'Istituto ospiterà le delegazioni di studenti e docenti delle scuole che hanno aderito al progetto e provenienti da Francia, Grecia, Polonia e Romania. 26 studenti e sette insegnanti che in questa settimana saranno ospitati presso le famiglie degli studenti di alcune classi della Secondaria di Ambra, Pergine e Bucine.

"Il tema ci è sembrato già particolarmente interessante due anni fa quando è stato presentato, visto che l’Italia è l’unico paese europeo ad accogliere nelle proprie classi alunni in difficoltà o in situazione di handicap" – aggiunge il dirigente Bellugi – "Le attività erano iniziate nel novembre 2015 proprio qui, con un primo incontro tra gli insegnanti interessati, per progettare e calendarizzare gli incontri nei vari paesi partner". Da allora sono stati organizzati quattro meeting in ogni paese coinvolto dal progetto, dove si davano appuntamento le delegazioni in rappresentanza degli istituti: a Heraklion (Creta) nel gennaio 2016, a Tigy (Francia) a marzo 2016, a Wabrzezno (Polonia) a settembre 2016 e a Craiova (Romania) lo scorso marzo. Per l'Italia, appunto, è Bucine a partecipare.

"Adesso è la volta dell’Italia accogliere gli amici stranieri e per questo l’Istituto ha predisposto una serie di iniziative didattiche, culturali e ricreative volte a dare agli ospiti la più calorosa accoglienza e al tempo stesso far conoscere nei suoi diversi aspetti storici, ambientali e culturali il territorio e le bellezze che lo contraddistinguono".

La cerimonia di accoglienza e benvenuto si è svolta nel plesso di Bucine con un piccolo concerto organizzato dai ragazzi dell'indirizzo musicale dell'Istituto. Soddisfazione è stata espressa anche dall'assessore alla pubblica istruzione Nicola Benini: "La scuola è un settore che rappresenta il furuto nostro e delle nostre future generazoioni. Questo progetto è importe e contente ai ragazzi di confrontarsi con realtà diverse, oltre a capire che a livello nazionale la scuola funziona, siamo all’avanguardia per il discorso dell’inclusione".

"L'accesso alla scuola per tutti, il diritto allo studio è uno dei valori riconociuti dalla Costituzione" – ha commentato il sindaco Pietro Tanzini – "Poi l'iniziativa a San Pancrazio sarà utile per la memoria e il rispetto di coloro che si sono sacrificati per la libertà del nostro paese. Infine, in un momento in cui l'Europa si divide su questioni fondamentali, questo è un esempio importante per parlare di inclusioni e di educazione alla cittadinanza, un percorso positivo verso un'Europa unita".

"Crediamo che i valori europei possano davvero rinsaldarsi e diffondersi proprio con queste iniziative che costituiscono buone pratiche educative da promuovere in Italia e negli altri paesi", ha concluso Nicoletta Bellugi, ringraziando le due amministrazioni di Bucine e Pergine per la collaborazione, insieme alle associazioni del territorio e a tutti coloro che hanno permesso e permetteranno le attività e iniziative in programma nei prossimi giorni.

Il programma della settimana è consultabile nel sito del comune di Bucine. Gli appuntamenti principali sono giovedì a San Pancrazio e venerdì sera la soirée finale al teatro di Bucine con musica, video e la consegna dei certificati. Le delegazioni ripartiranno poi lunedì 8 maggio.

 

Articoli correlati