01, Luglio, 2022

Processata la coppia dedita ai furti nelle auto. L’uomo arrestato di nuovo per aver aggredito i carabinieri in aula

Più lette

In Vetrina

Dopo l’arresto in flagranza di reato l’uomo insieme alla donna è stato processato per direttissima. In aula ha tentato di aggredire i carabinieri e per questo è stato di nuovo arrestato. Adesso si trova in carcere. In una settimana, a causa di furti e rapine, è la quinta persona assicurata alla giustizia

Nella notte tra sabato e domenica era stato arrestato, due volte, per furto aggravato su autovettura in concorso e per falsa identità. Stessa sorte era toccata alla donna con la quale aveva messo a segno otto furti nelle auto a Reggello. Processato per direttissima presso il Tribunale di Firenze è stato arrestato per la terza volta: in aula infatti ha insultato e ha cercato di aggredire i carabinieri. In questo caso l'accusa è resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Così l'uomo, un 34enne, pregiudicato e senza fissa dimora, è stato condotto in carcere. La donna invece, una 36enne di Signa, è agli arresti domiciliari.

Sono soltanto gli ultimi arresti in ordine di tempo per furto. Grazie all'intensificazione di servizi e controlli sul territorio e alla collaborazione dei cittadini che permette un intervento immediato ed efficace, sono stati cinque gli arresti effettuati nell'ultima settimana. Un uomo che aveva compiuto una serie di furti all'interno delle auto di Figline, i due giovani che hanno rapinato l'ambulante davanti alla Coop sempre di Figline e infine la coppia rea dei colpi nelle auto di Reggello.

 

Articoli correlati