25, Giugno, 2024

Presidio della FP Cisl all’ospedale del Valdarno: “A fianco di lavoratori e cittadini, per la Gruccia servono investimenti e non riorganizzazioni”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Presidio della Funzione Pubblica della Cisl di Arezzo questa mattina davanti al Santa Maria alla Gruccia. I rappresentanti sindacali protestano per una situazione che si fa sempre più difficile, sia per i lavoratori dell’ospedale, che per i servizi offerti: mancano soprattutto gli investimenti, in particolare sul fronte del personale. Presenti all’iniziativa del sindacato la sindaca di Montevarchi, Chiassai Martini, con gli assessori della giunta, e i candidati sindaci di molti comuni del Valdarno.

Spiega Maurizio Milanesi, responsabile FP Cisl Arezzo: “Dobbiamo tenere alta l’attenzione su questo ospedale. Abbiamo coniato questo slogan, che è ‘curiamo la sanità’, che si riferisce naturalmente a tutto il territorio aretino. Partiamo dall’ospedale della Gruccia, che è importante per il territorio ma attraversa una situazione critica per problemi di risorse, assunzioni di personale, riorganizzazioni che in realtà diventano tagli. Questo ospedale, ad esempio, ha ottenuto la nomina del primario di ginecologia e ostetricia da pochissimo, dopo anni senza; e poi ci vengono a dire che siamo sotto soglia delle nascite. E questo è solo un esempio”.

“Siamo qui accanto ai lavoratori che soffrono una situazione da troppo tempo, ma anche accanto ai cittadini per far capire che è il momento di tenere alta l’attenzione e che questo ospedale non deve arretrare. È un ospedale di primo livello da anni, ma questo non si rispecchia nei servizi che si erogano. Servono investimenti, non accettiamo alcun arretramento su questo”, conclude Milanesi.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati