26, Maggio, 2022

Premio Bambagella 2021 a Vittorio Casucci, dirigente sportivo e appassionato collezionista d’arte

spot_img

Più lette

Il Premio Bambagella 2021, promosso dalla presidenza del Consiglio comunale e massima onorificenza di Figline Incisa, è stato tributato a Vittorio Casucci, dirigente sportivo e appassionato collezionista d’arte. La cerimonia di premiazione si è tenuta ieri sera, martedì 30 novembre in Palazzo Pretorio, in occasione della Festa della Toscana.

Casucci, che nelle scorse settimane ha donato al Comune, e dunque alla collettività, sei opere originali del grande artista figlinese Lorenzo Bonechi, è stato premiato “Per l’altruistica donazione – si legge nelle motivazioni – che valorizza Figline e Incisa nel segno dell’arte e della bellezza. Con profonda stima e gratitudine”. A consegnare il Premio sono stati il presidente del Consiglio comunale Federico Cecoro, il sindaco Giulia Mugnai e l’assessore alla Cultura Dario Picchioni.

Vittorio Casucci, figlinese, è noto soprattutto per il suo impegno pluridecennale come dirigente sportivo nelle società calcistiche di Figline e del Valdarno. È stato lui, ad esempio, a donare nel luglio scorso lo stemma e la storica ragione sociale che hanno permesso al club calcistico locale di tornare alla denominazione “Asd Figline 1965”. Casucci non è nuovo a questi gesti. Appena pochi giorni fa, insieme alla moglie Deanna, aveva donato una serie di opere di grandi autori prevalentemente valdarnesi, tra i quali Venturino Venturi, Egisto Sarri, Gabriele Torricelli e lo stesso Lorenzo Bonechi, alla Fondazione Spadolini di Firenze, attualmente in mostra nelle sale della Biblioteca dell’istituto.

In Palazzo Pretorio, dove si è svolta la cerimonia, fino al 20 febbraio è ospitata la mostra d’arte “La terra di Figline e Incisa”. Durante la serata è stato presentato in anteprima il documentario “Art.9 – Storie d’arte a Figline e Incisa”, ispirato alla campagna di restauri promossa dal Comune negli ultimi 40 anni, di cui le opere in mostra sono la testimonianza.

“Persone come Vittorio Casucci sono il migliore esempio di come l’amore per l’arte e per la cultura, così come per lo sport, sia, in fondo, amore per la propria comunità. La sua recente donazione ne è l’ultimo esempio, ma il Premio Bambagella vuole rendere omaggio all’impegno decennale di un nostro illustre concittadino che da sempre si spende per la collettività e che, come dirigente sportivo, ha dato un contributo fondamentale per il raggiungimento di grandi risultati”, spiega il presidente del Consiglio comunale Federico Cecoro.

Articoli correlati