28, Gennaio, 2022

Lavori di adeguamento antisismico e rimozione dell’amianto dal tetto alla palestra di Matassino: partiti gli interventi

spot_img

Più lette

L’Amministrazione comunale di Figline e Incisa ha dato il via oggi ai lavori alla palestra di Matassino: si tratta di un investimento da 300mila euro per la realizzazione della nuova copertura dell’edificio, di adeguamento antisismico della struttura e di riqualificazione degli spazi. “Non si tratta di interventi di veloce progettazione – spiega il comune – sia per la tipologia di lavori in corso di esecuzione sia perché, com’è noto, la realizzazione della nuova copertura comprende anche la rimozione di quella attuale, che contiene amianto”. Il piano di rimozione dell’amianto, in particolare, è stato approvato dal Dipartimento di Prevenzione Azienda USL Toscana Centro e sarà attuato da una ditta specializzata, inserita nell’Albo dei Gestori Ambientali che sono formati anche per queste lavorazioni.

“Si tratta di un progetto molto importante che metterà in sicurezza l’intero edificio della palestra sia dal punto di vista sismico che della bonifica delle parti di copertura in eternit – spiegano il vicesindaco Enrico Buoncompagni, con delega ai Lavori pubblici, e l’assessora alla Scuola, Francesca Farini – per realizzarlo, l’ufficio tecnico ha intercettato un doppio canale di finanziamento, ministeriale e regionale, che ci ha consentito di coprire al 100% i suoi costi ma che ci obbliga necessariamente ad utilizzare queste risorse economiche entro la fine del 2021″.

Da qui la necessità di agire in tempi ristretti: “Per questo motivo, anche se sappiamo che i lavori porteranno alcuni disagi, non potevano essere rinviati al prossimo periodo estivo né potevano essere effettuati prima, perché hanno richiesto vari adempimenti burocratici, compresi rilievi e verifiche da portare avanti insieme ad enti e professionalità esterne all’ente, oltre che per i tempi tecnici di individuazione della ditta e del reperimento, da parte della stessa, dei materiali per realizzare gli interventi”.

Gli assessori spiegano anche quali sono i provvedimenti presi per sopperire alla mancanza della palestra: “L’edificio è utilizzato sia dalla scuola che dalle società sportive e per questo motivo si è lavorato su entrambi i versanti per trovare soluzioni che potessero ridurre al minimo il disagio per tutti gli utilizzatori della palestra. Per quanto riguarda le società sportive, grazie alla collaborazione delle varie realtà del territorio e degli enti limitrofi, gli allenamenti della squadra di pallavolo saranno garantiti altrove, per tutta la durata dei lavori. Per quanto riguarda la scuola, invece, come anticipato in più incontri e sopralluoghi alla Dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Figline Maddii e al prof. di educazione fisica, per tre giorni alla settimana (nelle mattine, cioè, del martedì, del giovedì e del venerdì) gli studenti avranno a disposizione i locali del Tennis club Figline, che ringraziamo per la collaborazione. Infine, nell’ottica di ampliare le possibilità di utilizzo di quegli spazi da parte della scuola, abbiamo proposto alla dirigente di valutare la possibilità di realizzare, in collaborazione con il Tennis club, un progetto di avvicinamento a questo sport, oltre che di riorganizzare l’orario delle lezioni di educazioni fisica nei giorni in cui c’è già la possibilità di utilizzare i locali del Tennis club, adiacenti alla scuola. Per le altre necessità scolastiche, invece, abbiamo chiesto e ottenuto la disponibilità della Parrocchia del Matassino ad utilizzare i propri locali”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati